Regione-Territorio

Digitale terrestre. Negro: “Maggiore sostegno alle imprese radiotelevisive”


Di:

Salvatore Negro (fonte image: iltaccod'italia.it)

Bari – “IL passaggio al digitale terrestre segnerà una nuova epoca per il mondo delle comunicazioni, ma occorre garantire la qualità del servizio per gli utenti e assicurarsi che nessun posto di lavoro vada perso. Il bando regionale con gli incentivi, che prevede uno stanziamento di 10 milioni di euro, è insufficiente per i 55 operatori radiotelevisivi che operano sul territorio regionale. Per questo occorre rimpinguare quella somma attingendo anche ai fondi comunitari”. Lo ha detto il presidente del gruppo Udc alla Regione Puglia, Salvatore Negro, intervenendo all’incontro organizzato dal Corecom nell’aula consiliare di via Capruzzi sul tema del passaggio al digitale terrestre.

“Lodevole ma non sufficiente l’impegno della Regione Puglia – ha sottolineato il capogruppo Udc – Siamo consapevoli delle difficoltà che le emittenti locali dovranno affrontare: l’attuale crisi economica e i tagli imposti dal Governo certamente rendono più difficile questa fase di passaggio, mettendo a rischio qualche migliaio di posti di lavoro. Il Governo regionale dovrebbe valutare la possibilità di rimpinguare il fondo previsto attingendo ai fondi comunitari, che si rischia di perdere in quanto non utilizzati, finalizzati all’incremento occupazionale ed al sostegno alle piccole e medie imprese. In tal modo si potranno finanziare le emittenti locali attraverso forme di pubblicità istituzionale e di promozione turistica del territorio, già sperimentate in altre occasioni come per gli Aeroporti di Puglia”. “Così facendo – ha concluso il presidente Negro – si potranno non solo garantire i livelli occupazionali, ma anche assicurare una qualità del servizio radiotelevisivo locale a tutela degli utenti e attuare la proposta dell’Udc (approvata dal Consiglio) di un tg che utilizzi il linguaggio Lis garantendo pari opportunità di accesso all’informazione anche agli audiolesi”.

BUCCOLIERO: “SOSTEGNO E RIDIMENSIONAMENTO DEGLI SPRECHI” – “Sostenere adeguatamente il comparto dell’emittenza televisiva locale è di fondamentale importanza non solo per gli addetti al settore, ma per tutto il territorio, dal momento che parliamo di un settore strategico nell’ambito dell’economia, del commercio e promozione della Puglia”. È quanto dichiara il consigliere della Regione Puglia e presidente di “Moderati e Popolari”, Antonio Buccoliero, che interviene anche alla luce degli “Stati generali dell’emittenza”, convocati a Bari. “Il passaggio in Puglia al digitale terrestre – prosegue Buccoliero – rappresenta una fase delicata per le emittenti locali, che devono essere adeguatamente sostenute con misure finanziarie proporzionate. I 10 milioni di euro promessi per sostenere il passaggio dall’analogico al digitale non rappresentano una somma sufficiente per venire incontro all’intero settore. Si tratta certamente di uno sforzo importante, che deve essere, tuttavia, potenziato da una reale razionalizzazione della spesa pubblica da parte della Regione Puglia, che non deve agire, come purtroppo avviene, trattando alcuni da figli e altri da figliastri.
Razionalizzare la spesa pubblica significa ridimensionare gli sprechi ed attuare un’inversione di tendenza nella gestione pubblica; inversione che, ahimè, stenterà a decollare, se il governo regionale continuerà a spendere allegramente, in pochi giorni, milioni di euro nell’ambito dello spettacolo e della cultura con beneficio esclusivo di alcuni soggetti e a danno di altri. Le emittenti locali rappresentano un settore in costante crescita economica ed è dovere delle istituzione supportare un passaggio critico, che metterebbe a dura rischio centinaia e centinaia di posti di lavoro. Un passo decisivo – conclude Buccoliero – che la Giunta regionale deve compiere, mettendo davvero in pratica quel ridimensionamento degli sprechi, di cui tutto un territorio ha assoluta urgenza”.


Redazione Stato

Digitale terrestre. Negro: “Maggiore sostegno alle imprese radiotelevisive” ultima modifica: 2011-05-05T15:10:45+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This