Eventi

Pietramontecorvino “capitale della piccola grande Italia” in Puglia


Di:

La conferenza stampa (ST)

Approvato alla Camera il disegno di legge per sostenere i borghi con meno di 5.000 abitanti, un motivo in più per festeggiare

Foggia – APPUNTAMENTO per il week end del 7 e 8 maggio per scoprire i Piccoli Comuni italiani che per l’ottavo anno apriranno le porte ai visitatori con Voler Bene all’Italia, la festa dei piccoli comuni italiani, organizzata da Legambiente insieme ad ANCI, Coldiretti, Symbola e un vasto comitato promotore di associazioni ed enti. La due giorni, con l’Adesione del Presidente della Repubblica che ha realizzato per il primo anno una targa per l’evento, è realizzata grazie alla collaborazione di Enel Green Power e anche quest’anno torna per valorizzare e celebrare le risorse dei piccoli borghi, i tesori e i talenti nascosti, ma anche la loro capacità d’innovazione e di sviluppo. Infatti, il Belpaese è disseminato di ben 5.835 comuni al di sotto dei 5.000 abitanti. Questi municipi rappresentano il 72% dei nostri comuni e il 19% della popolazione italiana, ed è qui che si sperimentano fonti rinnovabili, si differenziano e riciclano i rifiuti, si producono Dop ed eccellenze enogastronomiche famose nel mondo, sperimentano buone pratiche per la tutela del territorio e della biodiversità, si difendono il ruolo della cultura e dell’istruzione attuando politiche concrete d’integrazione. Sono proprio i piccoli comuni quindi, a mostrare oggi le maggiori potenzialità del Belpaese, quella capacità tutta italiana di affrontare le sfide del futuro con dinamismo e saggezza.

La manifestazione di domenica 8 maggio, tra le celebrazioni ufficiali dei 150 anni dell’Unità d’Italia della Presidenza del Consiglio dei Ministri, sarà anche l’occasione per sottolineare il contributo che i piccoli comuni hanno dato alla storia unitaria e alla coesione del Paese. “La vera ricchezza del nostro Paese è data dal territorio, dalle sue peculiarità culturali, sociali ed economiche -sostiene Francesco Tarantini, Presidente di Legambiente Puglia- I piccoli comuni, riconosciuti come soggetto politico e istituzionale, in questo senso devono giocare una partita importante: confrontarsi con un contesto europeo, continuando a preservare nel contempo l’unicità della dimensione locale delle società, delle culture, delle economie, delle tradizioni e di quanto costituisce l’ossatura del Paese. I centri minori devono poter difendere la propria storia e la propria identità, fatta di territori, paesaggi, natura e borghi storici, avendo a disposizione le giuste risorse e la consapevolezza culturale per non dilapidare la propria ricchezza ambientale”.

“Le energie rinnovabili -sottolinea Donato Leone, Responsabile Enel Relazioni Esterne Area Sud- non sono solo a basso impatto ambientale, ma utilizzano al meglio le risorse presenti in ambito locale, con impianti distribuiti di piccola e media taglia. Per questo motivo si integrano molto bene con le diverse realtà comunali italiane ricche di risorse naturali quali acqua, calore della terra, vento, sole e biomassa. Una sintonia confermata dai numeri: dei 7.661 comuni italiani che utilizzano energia prodotta con fonti rinnovabili, ben il 69% sono piccoli comuni”. Per Cristina Rizzo, vicepresidente ANCI Puglia: «L’iniziativa che oggi stiamo presentando vuole valorizzare i piccoli comuni, conditio sine qua non per dare linfa vitale ai nostri territori. Ottima la qualità di vita nei piccoli comuni, garanzia in questa direzione. I piccoli comuni sono una realtà importante dalla quale non si può prescindere e per la quale l’ANCI si muove a 360° per erogare quei servizi indispensabili, specie nell’ambito della pubblica amministrazione. La nuova legge approvata alla Camera lo scorso aprile ci dà respiro ma aspettiamo che venga approvata al Senato. Di sicuro traccia la direzione verso la quale si sta andando.

Savino Lamarucciola, sindaco di Pietramontecorvino, paese capofila dell’iniziativa nel suo intervento sottolinea che: «Il comune di Pietramontecorvino sta cercando di uscire da un isolamento in cui è stato racchiuso in questi ultimi anni. Vi sono finanziamenti importanti nell’ambito delle zone PIRP. L’assessore Godelli sta mostrando la necessaria attenzione verso un’area da sempre marginale, per mettere in piedi un sistema che rappresenti l’intera Puglia. Candidare un progetto di eccellenza al Ministero del turismo, come quello dei Monti dauni, vuol dire intraprendere la strada giusta. Ed è su questa strada che bisogna continuare e andare avanti, sintetizzando tutto in un’azione concordata e negoziata. Nell’ambito di “Voler bene all’Italia” si parla di settimana identitaria, perché i piccoli comuni hanno bisogno di mettere in campo ciascuno la propria identità, la propria specificità. Sulla fascia appenninica molti comuni si identificano proprio per la loro appartenenza. Oggi con questa manifestazione si mettono in campo una serie di attività che coinvolgono il paesaggio, i libri, il cibo – quest’ultimo identità indiscutibile di un luogo – per seguire quel file rouge che, tra gli altri, contraddistingue “Voler bene all’Italia”: l’unità d’Italia».

L’edizione pugliese di Voler bene all’Italia è stata presentata questa mattina in conferenza stampa da Francesco Tarantini, Presidente di Legambiente Puglia alla presenza di Silvia Godelli, Assessore al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia, Cristina Rizzo, Vice Presidente ANCI Puglia, Saverio Lamarucciola, Sindaco di Pietramontecorvino, Salvatore Piconese, Sindaco di Uggiano la Chiesa e Donato Leone, Responsabile Enel Relazioni Esterne Area Sud.

In Puglia ci sono 87 piccoli comuni, pari al 33% del totale dei Comuni pugliesi, in cui vi risiedono 237.570 abitanti. Nel week end del 7 e 8 maggio, dal Gargano al Salento, i piccoli comuni pugliesi mostreranno i loro tesori organizzando degustazioni, visite guidate, percorsi naturalistici, mostre, convegni, rappresentazioni folkloristiche.
In Puglia, hanno aderito i comuni di: Accadia, Alberona, Biccari, Celle San Vito, Ischitella, Castelluccio dei Sauri, Faeto, Rodi Garganico, Roseto Valfortore, Castrignano dei Greci, Castro, Novoli, Tiggiano, Uggiano la Chiesa, Zollino, Minervino di Lecce, Gagliano del Capo, Stornarella, San Nicandro Garganico, Rocchetta Sant’Antonio, Troia, Faggiano, Candela.

Sabato 7 maggio aprirà la festa pugliese dei piccoli comuni Uggiano la Chiesa (Le). Qui, nella splendida sede della Fondazione Le Costantine, a partire dalle ore 11.30 e per tutta la giornata ci sarà la degustazione dei prodotti tipici, una passeggiata nel bosco, una mostra sull’artigianato locale e la presentazione del libro su “L’arte della Tessitura del Salento”. Quest’anno, la “capitale” dei piccoli comuni pugliesi sarà Pietramontecorvino, un paese di tremila abitanti nella provincia di Foggia, già annoverato per i suoi panorami mozzafiato tra i Borghi più belli d’Italia e Bandiera Arancione del Touring Club. In occasione dell’iniziativa Voler Bene all’Italia, il suggestivo Borgo medievale ospiterà la Settimana Identitaria dall’8 al 17 maggio, arricchita dall’esordio del Genius Loci Festival. Una dieci giorni ricca di iniziative quali: convegni, degustazioni, mostre, proiezioni cinematografiche dell’Apulia Film Commission, spettacoli e concerti. In particolare, domenica 8 maggio, in occasione di Voler Bene all’Italia 2011 alle ore 9.30 ci sarà lo spettacolo degli sbandieratori Nuntii Petrae Montis Corbini e subito dopo alle ore 10.30 il convegno su “Federalismo, Associazionismo e Unità” presso il Palazzo Ducale al quale interverranno Angela Barbanente, Assessore alla Qualità del Territorio della Regione Puglia, Francesco Tarantini, Presidente di Legambiente Puglia e Marco Fratoddi, direttore della rivista La Nuova Ecologia. Seguiranno mostre, degustazioni, escursioni guidate per terminare in serata con lo spettacolo musicale del Genius Loci Festival.

Tra gli altri eventi di domenica 8 maggio. Ad Ischitella (Fg), l’evento si svolgerà all’interno del centro storico con inizio alle ore 18:00 tramite breve giro cittadino del corteo accompagnato dagli amici del complesso bandistico Banda Azzurra. Alcune aziende agricole metteranno a disposizione dell’evento i loro prodotti così pure immancabile è la partecipazione delle altre associazioni cittadine di vario genere, il tutto sarà allietato dalle musiche dei Gargan Street. A Castelluccio dei Sauri (Fg) è stato organizzato un tavolo tecnico per la tutela e la salvaguardia del torrente Cervaro. A Faeto (Fg) si festeggia dalle 9.30 con il mercatino dei prodotti tipici. Seguono visite guidate all’Orologio del 1700, al museo dell’arte contadina e all’Orto Botanico. Verrà inaugurata la raccolta d’arte contemporanea di piccolo formato sl tema del paesaggio e sono previsti assaggi gratuiti di prodotti tipici. Alle ore 16.00 è stata organizzata la cavalcata per le vie del paese e karaoke e giochi per bambini. A Stornarella (Fg) ci sarà un mercatino di primavera con prodotti tipici e animazione per bambini. A Tiggiano (Le) il raduno è alle ore 8 di domenica 8 maggio. Ai volontari presenti si distribuirà l’attrezzatura necessaria per partecipare all’iniziativa “Giornata Ecologica” che consiste nel ripulire il territorio dai rifiuti abbandonati. La manifestazione durerà tutto il giorno. Per il pranzo, tutti i partecipanti si raduneranno nel giardino comunale dove si festeggerà con una grigliata offerta dagli amministratori comunali.

A livello nazionale, Legambiente ha istituito il Premio Angelo Vassallo “Il sindaco della bella politica” in memoria del sindaco di Pollica ucciso il 5 settembre 2010, quale riconoscimento alla figura del sindaco pescatore che con coraggio ha saputo immaginare un futuro per il suo territorio fatto di politiche innovative ed ecosostenibili, di valorizzazione delle tradizioni e delle eccellenze. Tale premio sarà consegnato a Pollica al Sindaco di Burgio (Ag). “Quest’anno –conclude Tarantini- nella giornata di Voler bene all’Italia ci sarà un motivo in più per festeggiare. Con l’approvazione alla Camera della legge a favore dei piccoli comuni, dal Parlamento è arrivato un segnale positivo per il paese. È una legge molto attesa, non perché da sola possa essere risolutiva dei problemi aperti, ma perché indica con chiarezza una direzione ed una politica: considerare i piccoli comuni non un peso per il nostro paese, un’eredità del passato, ma una straordinaria occasione per difendere la nostra identità, le nostre qualità e costruire il futuro”.


Redazione Stato

Pietramontecorvino “capitale della piccola grande Italia” in Puglia ultima modifica: 2011-05-05T20:58:15+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This