GarganoManfredonia
Proseguono gli incontri territoriali della Coldiretti di Capitanata, è la volta di Deliceto

Foggia, “Dalla crisi cerealicola ai nuovi bandi del PSR”

Naturalmente l’incontro si è poi sviluppato sugli altri temi, in primis sul Psr

Di:

Foggia. Proseguono gli incontri territoriali della Coldiretti di Capitanata, è la volta di Deliceto, infatti presso la Sala Europa si è svolta un’assemblea per confrontarsi con tutti i soci dell’area. Al centro del dibattito le nuove misure del Psr Puglia 2014/2020, ma la crisi cerealicola meritava un approfondimento. E’ così che ha esordito Lara Natale, Presidente della Sezione di Deliceto, nonché Vice Presidente Provinciale di Foggia, sicuramente il Psr rappresenta un valido strumento di prospettiva, ma un’area come quella nostra non poteva non soffermarsi sulla crisi del prezzo del grano, così come si preannuncia già crisi per la campagna in corso. Indubbiamente sarà la proiezione in un meccanismo di filiera a poter dare delle risposte, ma il problema ora sta nello gestire questo spazio temporale. Parlare di filiera è entusiasmante, ma esse vanno costruite, e da qui a realizzarle occorre il tempo necessario per non abdicare. Il direttore della Coldiretti Michele Errico, coglie l’occasione per stimolare ulteriormente la platea, senza un progetto di filiera non vi può essere futuro, a meno che non si sceglie di sottostare alle logiche degli speculatori, che in quel di Foggia e della Puglia, sul fronte cerealicolo non mancano, anzi hanno il mercato in mano.

Naturalmente l’incontro si è poi sviluppato sugli altri temi, in primis sul Psr, infatti la presenza di uno dei tecnici di Coldiretti è stata la prima risposta dell’organizzazione che si è strutturata con una squadra altamente professionale per rispondere alle esigenze dell’intero territorio. Molti i chiarimenti richiesti, in particolare sull’imminente emanazione del bando primo insediamento e subentro. Chiarite anche nella circostanza i risvolti delle misure a superficie, in particolare sulla lotta integrata. I lavori sono proseguiti a cura dei responsabili dei servizi con interventi sul fiscale, evidenziando in particolare i benefici della soppressione dell’Imu e dell’Irap, a seguire poi sui problemi legati ai patentini fitosanitari. Ancora una volta il tema dei giovani sempre al centro dei “pensieri” dell’Organizzazione, infatti la segretaria Giovani Impresa ha colto l’ennesima occasione per rappresentare il valore del movimento, che diventa sempre più forza aggregativa e propulsiva. I lavori hanno visto nella conclusione una opportuna comunicazione sulle attività di Patronato, in particolare sulle malattie professionali e l’infortunistica in generale, per poi passare agli ultimi aggiornamenti sul fronte Pac, la proroga infatti è stata provvidenziale in modo da permettere ai responsabili del servizio di fornire adeguati spunti sulle vicende in generale ed anche sulle singole, considerando che poi ne è scaturito un effervescente dibattito.

Naturalmente tutti i soci che hanno preso la parola si sono dichiarati soddisfatti per l’azione dell’Organizzazione a tutti i livelli, quelli territoriali e Nazionale, così come l’aver riavviato il confronto territoriale che diventa uno strumento utile per entrare nel merito dei problemi che variano a seconda dei territori. Le attività di confronto comunque continuano, non a caso gli stessi soci intervenuti hanno fortemente richiesto un ulteriore incontro sul tema economico, in particolare sullo sviluppo delle filiere. Il direttore Errico ha accolto l’invito ed ha assicurato di organizzare a breve una tavola rotonda alla quale far partecipare anche i responsabili del Consorzio Agrario del Centro Sud, che deve diventare lo strumento per la creazione delle filiere.

Foggia, “Dalla crisi cerealicola ai nuovi bandi del PSR” ultima modifica: 2016-05-05T16:19:58+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi