Cronaca
"Abbiamo predisposto una proposta di legge che tutela la salute dei pugliesi e consente un maggiore contrasto al pericoloso calo delle vaccinazioni"

Pdl su vaccinazioni, Cera: “In Puglia norme più”

"Non si può rimanere indifferenti al pericolo per la salute dei pugliesi"

Di:

Bari. “Abbiamo predisposto una proposta di legge che tutela la salute dei pugliesi e consente un maggiore contrasto al pericoloso calo delle vaccinazioni”. Così Napoleone Cera, presidente del gruppo Popolari della Regione Puglia, tra i firmatari della proposta di legge sull’obbligo delle vaccinazioni, che pone alcuni paletti al calo della profilassi contro morbillo, rosolia e varicella, rendendo la norma pugliese tra le più rigide d’Italia. Dall’inizio del 2017 il ministero della Salute ha registrato 1920 casi di morbillo e rosolia, oltre il doppio di quelli registrati nello stesso periodo nel 2016. Dei 1920 casi accertati, 8 riguardano la Puglia (4 i casi di morbillo registrati nella sola prima settimana di aprile) che hanno portato l’Osservatorio Epidemiologico Regionale a lanciare l’allarme sul drastico calo delle vaccinazioni, visto che su dati ministeriali solo il 79% dei bambini fino a 6 anni risulta essere in regola con le vaccinazioni.

Non si può rimanere indifferenti al pericolo per la salute dei pugliesi, per questo la proposta di legge introduce un sistema di controllo sull’obbligo vaccinale con un triplice intervento: proibire l’accesso ai luoghi per i bambini non vaccinati, sanzionare con multe fino a 2500 euro i dirigenti scolastici che ammettono nelle loro strutture bambini non vaccinati e rendere obbligatoria la vaccinazione gratuita per tutte le persone fino al 17 anni di età”, sottolinea Napoleone Cera. Le norme previste renderanno il sistema pugliese ancora più severo di quello di altre regioni che hanno adottato simili provvedimenti di contrasto al calo delle vaccinazioni. “La proposta è più severa di quelle elaborate da regioni come l’Emilia Romagna e ci aspettiamo che dia una risposta concreta contro le campagne antivaccinazione portate avanti da alcune forze politiche che si sono guadagnate le bacchettate del New York Times che ha criticato il populismo scientifico applicato alla salute delle popolazioni”, conclude Cera.

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This