EditorialiManfredonia
"Le primarie del PD in 6 scene e 3 voci fuori scena"

Le regole? Valgono sempre per gli altri..

A cura di Paolo Cascavilla, fonte futuri paralleli.it

Di:

Manfredonia. Gli effetti delle primarie del 2014, per come sono nate, condotte e subito ricomposte. Cancellando le differenze e l’opposizione.

Scena 1. 21 dicembre 2014. File continue fin dal mattino. A sera 12.386 votanti. Facce di sinistra, di destra, di altrove… I portatori dei voti contano e raccolgono. Di tutto, “Anche il pattume” – dicono con malacreanza. Vince Riccardi: “Quando dici la verità, la vittoria è scontata… Ora si volta pagina e si governa davvero. Il primo mandato è per essere rieletto, il secondo è per la storia”.

Scena 2. 26 dicembre 2014. Incontro Riccardi e Ognissanti e altri. In coro dicono: “Abbiamo scherzato. Tutti dentro. Gli sconfitti alle primarie dentro lista Pd”. O in liste di fianco. Accordi elettorali fino al 2030 (allora si prevede il cambio di maggioranza). Nel Consiglio comunale si entra, si esce, e inizia la ricerca dei numeri mancanti. Tutti sanno i voti raccolti e se manca solo uno, parte il ricorso… Bordo (onorevole) elogia Manfredonia che “sperimenta l’allargamento del perimetro delle alleanze”. Persone onorevolmente di destra rivestite di sinistra, e persone banalmente di sinistra rivestite di destra.

Scena 3. 22 aprile 2017. Manfredonia Nuova e Movimento Est inviano un banditore per la città per un appello ai cittadini a votare compatti alle primarie Pd aperte a tutti. “Una occasione per uscire fuori dalla partitocrazia e dal populismo. Sosteniamo Emiliano a noi vicino”.

L'avvocato Gaetano Prencipe (statoquotidiano)

L’avvocato Gaetano Prencipe (statoquotidiano)

Scena 4. 23 aprile 2017. Trotta – Segretario Pd – invia altro banditore: “Solo gli elettori del Pd partecipano alle primarie. Emiliano arruola chiunque porti consenso. Non assisteremo in silenzio e richiameremo gli altri partiti a rispettare le nostre regole”. Scirpoli, segretaria del circolo Pd di Mattinata: “gruppi ballerini e transumanti si attivano per questo o quel candidato. Non sarà consentita la partecipazione alle primarie di altri gruppi politici. Solo il confronto partecipativo alimenta la democrazia di una comunità, unica ratio delle primarie”.

Scena 5. 24 aprile 2017. Twitter 5 stelle. “Pd nostro avversario politico. Nostro intento è batterlo politicamente. Esortiamo i non elettori del Pd a non immischiarsi… Evitare indecoroso spettacolo ultime primarie: promiscuità di varie forze elettorali ha impedito l’espressione della vera volontà elettori Pd. Non fornite aiuto a chi nella contesa nazionale cerca forme di riscatto dopo i disastri amministrativi locali”.

Scena 6. Domenica 30 aprile 2017. Si vota e appaiono facce di sinistra, di destra di altrove. Bordo (onorevole): “A Emiliano voti da forze politiche diverse, distanti e alternative al Pd. Come a Nardò”. Boccia (onorevole) risponde: “A Nardò Emiliano ha risolto problemi della città e il voto di destra è di amicizia e non politico”. A Manfredonia corre una voce: “Voti di centrodestra sostengono anche Orlando”.

Da sx: Angelo Riccardi, Giuseppe Trotta, Paolo Campo (PH: ANTONIO TROIANO)

Da sx: Angelo Riccardi, Giuseppe Trotta, Paolo Campo (PH: ANTONIO TROIANO)

Voce fuori scena 1. Il tempo della malafede cambia la società e la vita pubblica. E’ l’epoca del realismo dei piccoli calcoli, si agisce solo per l’immediato. “Egomania, il male del nostro tempo. Il suo effetto sull’individuo è quello di un’empietà radicale, in quanto esso porta a ignorare tutto ciò che non serve a fini immediati” (N. Chiaromonte).

Voce fuori scena 2. L’unico futuro sono i posizionamenti sulla scacchiera delle cariche e delle candidature. “Un individuo il quale non riconosca come un’evidenza prima che più importante di lui è il legame tra lui e gli altri (la comunità), tra lui e l’insieme delle cose, sarebbe tempo, diciamo, di avvedersi che un tale individuo è puramente e semplicemente un mostro” (N. Chiaromonte).

Voce fuori scena 3. Una conversione? A che cosa? Alla semplicità delle cose, alla essenzialità delle proposte. Rinunciare all’idea perversa “così va il mondo”. Convincersi che il futuro è di questa comunità e che bisogna cercare, cercare ancora e altrove.

(A cura di Paolo Cascavilla, fonte futuriparalleli.it)

Le regole? Valgono sempre per gli altri.. ultima modifica: 2017-05-05T12:38:56+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
23

Commenti


  • Mirco

    Tutti e 3 con un bel vitalizio maturato alla regione Puglia! Mentre i lavoratori debbono lavorare sino a quasi settantanni per percepire una miseria questi prenderanno una barca di soldi al mese!


  • Tritone

    Ho votato alle primarie e non voterò più al pPd. Ci
    credevo anni indietro ora basta siamo arrivati a un declino vergognoso!!

  • Ma come fate a votare ancora pd


  • Ricci

    Condivido sono di Destra e ho votato alle primarie per il Centrosinistra (per Orlando) per fare un favore ad un mio amico.


  • Il grandissimo orrore del lungomare del sole

    I due grandi maestri, i messia, i supremi sacerdoti della spesa pubblica utile al consenso elettorale ma il terzo chi è??


  • Sipontino indignato

    Votare al Pd per me sarebbe come entrare nel Miramare dopo la distribuzione dei panettoni gas. Piuttosto mi farei fucilare!


  • Manfredonia colonia da devastare, oltraggiare e stuprare

    Manca il campione romano a completare il capolavoro!


  • Mai più PD

    Le loro scelte, le loro alleanze é solo per interesse personale ( Bo, Ca, Ri, Ogn, Zing, Salin, D’Amb). Manfredonia é di qst


  • Partito della Zappa

    Ero del PD ,ma sono andato alle primarie per votare su richiesta di un amico,prima ci andavo spontaneamente….


  • Marco Antonio figlio di pasqualino il porcellino figlio di Paolo il contadino e nipote di Michele i cavamonte

    In foto tre personaggi produttivissimi (per la collettività ?) e che portano il nome della cittadina di origine alto nel mondo della cultura, dello sport e dello spettacolo (se non fossero amministratori(?) politici (?) (in che senso) locali – localissimi)


  • Donato

    Tutta l’ incapacità del PD e’ ulteriormente suggellata con la legge sulla legittima indifesa…non ho ancora capito chi vota,questo partito di Cettini la qualunque mente..mah


  • belfagor

    Manca il il quarto mostettiere non sommano una settimana di lavoro


  • Antonio Trotta

    Mi scusi prof Cascavilla, ma lei qualche anno fa, per quale coalizione faceva l’assessore?
    Oppure mi sbaglio e c’era solo un suo omonimo al Comune?


  • Zuzzurellone Sipontino

    E per chi vale la parola data? Ormai ho perso il filo. Prima Dalemiani, poi Bersaniani, poi Renziani della seconda o terza ora, ora Orlandiani…….Diceva, Peppino De Filippo, in “Toto, Peppino e la Malafemmina”: ho detto tutto.
    Coerentemente come il loro futuro segretario. Aveva giurato e spergiurato, Renzi, che se avesse perso il referendum costituzionale avrebbe abbandonato la politica. Perché non mantiene la parola?
    Un politico che non mantiene la parola data diventa automaticamente inaffidabile per il resto dei suoi giorni in politica.


  • Paolo

    La parola di un politico vale zero. Sono dei miseri camaleonte che tutto fanno tranne che agire per il bene del paese o di noi comuni mortali. Comunque non mi faro’ più ingannare voterò per i giovani di Grillo!


  • Il Sociologo

    Ai Cavicchia e ai Cascavilla di questa città piace fare i sermoni. Godetevi la pensione,voi si ” banditori” per decenni interi


  • Michele

    0ggi un altra agenzia di rating ha sclassificato l’Italia a BBB meno non mi meraviglio se tra qualche settimana o qualche mese bancomat e sportelli bancari saranno presi d’assalto e questi signori come i loro superiori romani fanno finta di nulla.


  • alice

    Figlia del fotografo, Emiliano ha 29 delegati, renzi 20, orla solo 6, vai a roma, e quindi? Aggingi un bel “chi se ne frega, ” portalo a casa, lo incornici e poi appendilo alla parete, fattene una ragione, CHI SE NE FREGA.


  • Funziona così.

    Te lo puoi anche portare a letto a noi che ci frega?


  • massimo

    il comune è a rischio dissesto per COLPA di queste amministrazioni … Meriterebbero l’espulsione dalla città a vita.


  • Roberto Gentile

    Figlia del fotografa perche non vai a cogliere le fave in campagna?


  • Ci prendono tutti x i fondelli

    Si sa già il nome del prossimo sindaco si chiama…i partiti sono solo ,specchietti per le allodole per indurci a votare.


  • Pasquino

    A qualcuno gli rode tantissimo di non fare più parte del gruppo della stanza dei bottoni. Detto questo aggiungo che lor signori e’ da tantissimo tempo che hanno adottato il detto che quando tutto va bene evviva me ma se va male in quel posto a te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi