GarganoManfredonia
Anche la coreografia era perfetta

Successo partecipativo alla cerimonia di premiazione del I Concorso di Poesia, a Rignano

È seguita la recita di Giada Martino , la più piccola dei protagonisti, con il suo “racconto” autobiografico”

Di:

Rignano Garganico. Grande successo partecipativo alla manifestazione di premiazione del Primo Concorso Nazionale della Poesia, a Rignano Garganico. Infatti, l’iniziativa, svoltasi ieri sera, 4 giugno, nell’ampio e ben riparato Cortile della Palestra, alle porte del ben conservato Borgo antico di fattura ed origine medievale, ha visto una platea stracolma di gente di ogni età e status sociale, per lo più proveniente da ogni dove. Si tratterebbe di alcune centinaia di persone. Anche la coreografia era perfetta: giuria al completo al tavolo della presidenza (il poeta – scrittore Franco Ferrara, le docenti Vittoria Steduto, Carmen Claudio Augelli e Livia Paola Di Chiara, la psicologa Jenny Di Carlo, l’educatrice professionale Giovanna Di Gregorio e il giornalista-scrittore Antonio Del Vecchio)affiancata all’uno e all’altro lato dalle equipe di Gargano Vita e dell’Associazione “Talia”, promotrici dell’evento. La prima presieduta da Donato Antonacci e l’altra da Maria Grazia Urbano, coadiuvata da Filomena Gualano e Carmen Botta). Ad aprire la “danza” degli interventi ci ha pensato lo stesso ideatore e regista dell’evento, Raimondo Ardolino. Lo ha fatto con il suo breve e succoso intervento illustrativo e motivazionale, seguito a ruota dall’assessore Giosuè Del Vecchio che in poche ed esemplari battute ha spiegato l’impegno e i progetti che l’Amministrazione ha nel campo della promozione della Cultura (Biblioteca, tradizioni, storia locale, Paglicci, ecc.) .

È seguita la recita di Giada Martino , la più piccola dei protagonisti, con il suo “racconto” autobiografico”. Ha preso la parola, poi, il parroco don Nazareno Galullo, che ha presentato una poesia “fuori tema” dedicata a Papa Francesco dall’alunno sangiovannese Turco Francesco. Dopo di che si sono alternati ai microfoni i membri della giuria, presentando e motivando ciascun protagonista ed opera sino ad arrivare in ordine crescente ai vincitori finali del premio in denaro. Il primo premio, del valore di 500 euro, è stato assegnato dal Presidente della BCC di San Giovanni Rotondo,Giuseppe Palladino, a Luca Avvantaggiato, foggiano, alunno della Scuola Ospedaliera Paritaria della città, compositore di “Se avessi una bacchetta magica la userei senza fretta”, su cui è confluito in modo anonimo il voto unanime della giuria. Il secondo, dal titolo “Se una bacchetta magica possiederò” di 200 € è stato consegnato dalla presidente della citata “Talia” all’alunno Alessio Gagliardi (3^ B dell’Ic. “Pascoli-Forgione” di S.G.R). Il terzo “”Se avessi la bacchetta magica la terrei nella mia manica” di 100 € è stato attribuito all’alunno Giorgio Greco (III A della medesima scuola). Così le altre premiazioni. Quello della critica, su segnalazione anonima di Giulio Stilla, a Giuseppe Cocomazzi, autore della toccante poesia “I miei occhi non vedono” (IC “Pascoli-Forgione”). Il premio “cuore” è andato al componimento di Sergio Desio” A mio nonno Bernardo” (IC “Tancredi” di Monte S.A.).

Quello della “Dedizione alla Poesia”, su motivazione letta dal sindaco Vito Di Carlo, per mano delle insegnanti Carla Bonfitto ed Elisa Malerba e con la “voce” di Micaela ( “Se avessi una bacchetta magica farei un mondo tutto bello e speciale”) è stato conferito alla Scuola Primaria del luogo, Medaglie e riconoscimento per la creatività sono state concesse, in virtù delle originali poesie, agli alunni: Simona Ciuffreda di Manfredonia; Angela Azzarone di Carpino; III C del Circolo Didattico “San Francesco” di San Severo. La medesima sorte con la consegna di targhe è toccata alla classe 3^ C dell’Ic “Galiani- Dante” della città di San Pio, guidata dalle insegnanti Latiano e Placentino; all’Ic “Melchionda- De Bonis” con l’applaudita recita in dialetto della poesia “La Jurnata che passam’ “ da parte dell’alunno Jacopo Longo, presenti le insegnanti Nunzia Genovese e Rita Rizzi. Infine, il premio speciale con la consegna di una confezione di olio “Ottantasei “ (reduce dall’affermazione veronese) è stato attribuito dall’imprenditore Antonio Iannacci all’alunno sammarchese Pietro Villani per la poesia “Tanti colori”. Attestati di partecipazione al resto dei 213 componimenti. Brillante la conduzione sul palco delle animatrici Monica Vigilante, Michela Paglia e Rachele Del Vecchio. Infine, un premio speciale è stato attribuito anche a Claudia Draisci di Lissone (Monza), ritirato dal nonno Francesco Resta. Il tutto si è concluso con un buffet, offerto dalle ditte locali “La Campana” e “Tyffany”.

(A cura di Antonio Del Vecchio, Rignano Garganico 05.06.2016)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati