Manfredonia

“Le eccellenze daune in convegno”

Di:

Manfredonia. “Daunia, un racconto sempre nuovo”: è la traccia di un progetto mirato a evidenziare le eccellenze turistiche-culturali dell’articolato territorio della Daunia così come andatosi modellando nei secoli nel suo vario e lussureggiante paesaggio e arricchendo di tesori d’arte, di storia e di umanità. A idearlo a realizzarlo in una nodalità del tutto applicata, l’associazione ambientale “Nautilus” attraverso la sua costola “Centro di storia e cultura della Daunia” e sarà “raccontato” nel corso del seminario che si svolgerà giovedì 8 giugno prossimo all’auditorium “Serricchio” del Palazzo dei Celestini con inizio alle 9. Tra i relatori Giovanna Genchi, dirigente sezione internazionalizzazione della Regione Puglia, Sergio D’Amaro, presidente Centro studi “Tusiani” di San Marco in Lamis, Matteo Coco, presidente del Centro di documentazione dell’emigrazione della Capitanata, Michele Del Giudice, Camminatore sulla Via Francigena nel sud; modererà Luigi Scuro.

“L’obiettivo è quello – spiega il presidente di Nautilus, Enzo Renato – di coniugare la visione della storia e quella del marketing territoriale nel migliorare l’offerta di cultura del territorio. Consapevoli che l’economia può generarsi solo dall’offerta culturale. La Capitanata come parte attiva di un territorio, quello italiano, ricco di preesistenze e di cultura che deve diventare un volano per l’economia reale”.

Veicolo privilegiato è il turismo. “Di quello nostrano – rileva l’architetto Luigi Scuro, direttore del Centro di storia e cultura – ma anche di quello per così dire di ritorno, degli italiani all’estero: una opportunità per far conoscere le eccellenze della Daunia disseminate lungo il percorso della Via Francigena del sud, alle architetture romaniche che fanno bella mostra di sé dai Monti dauni al Gargano senza tralasciare il Tavoliere”.

Un racconto impostato con i seminari e i laboratori messi su con gli studenti. “Michele Apollonio



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Redazione

    Convocato l’8 giugno il tavolo tecnico della Via Francigena

    In programma, giorno 8 giugno a Palazzo Dogana alle ore 11.30, la riunione del tavolo tecnico della Via Francigena, interverranno: il presidente della Provincia, l’avv. Francesco Miglio, il presidente dell’ACF , il dott. Gaetano Cusenza, il sindaco di San Giovanni Rotondo, il dott. Costanzo Cascavilla e il responsabile della segreteria di ACF, il prof. Renato Di Gregorio,.
    Mentre, il giorno 15 di giugno sempre a Palazzo Dogana alle ore 11.30, si terrà la riunione del tavolo di coordinamento politico con la Regione Puglia e Puglia Promozione.

    Negli incontri precedenti il presidente Francesco Miglio e gli amministratori presenti avevano definito l’organizzazione da strutturare per far fronte al progetto di implementazione delle Vie Francigene che attraversano il territorio dauno,. definendo tre tavoli di coordinamento.
    Un tavolo di coordinamento strategico composto dagli amministratori e guidato dal presidente.
    Un tavolo tecnico composto dai Responsabili dei servizi tecnici dei Comuni attraversati dalle Vie e dalla struttura tecnica della Provincia.

    Una struttura di coordinamento organizzativo affidata alla segreteria di ACF e comprendente “camminatori”, associazioni, consulenti dei diversi Comuni, con l’obiettivo di coinvolgere le diverse organizzazioni del territorio: associazioni imprenditoriali, scuole, ecc.

    Sulla scorta del committment avuto, la segreteria ACF, a partire dal 24 febbraio, con l’ausilio dei giovani del Master Accompagna, di Michele Del Giudice, del CAI e degli altri membri della struttura di coordinamento, ha stilato una prima bozza del Master Plan per l’implementazione del sistema delle Vie Francigene, presentato a San Giovanni Rotondo.

    Si comunica inoltre che ad ottobre inizierà la terza edizione del Master Accompagna per animatori degli itinerari culturali europei e che entro il 21 di giugno, i giovani pugliesi, al dì sotto dei 35 anni, domiciliati nel Lazio, almeno da sei mesi, possono utilizzare il bando Torno Subito emesso dalla Regione Lazio per finanziarsi il Master.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi