Foggia

Di Gioia a Vendola: riunione dopo fallimento AMICA

Di:

Il Governatore pugliese Nichi Vendola (ST)

Foggia – “CONVOCARE, nel più breve tempo possibile, una riunione con tutti soggetti interessati, al fine di poter valutare al meglio la situazione attuale ed il suo prosieguo”. E’ quanto chiesto con una nota stamane, dal consigliere regionale Leonardo Di Gioia, al presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola e all’assessore regionale all’Ambiente, Lorenzo Nicastro. Oggetto: soluzioni per il servizio dopo il fallimento di Amica.

“Come saprete, la Corte di Appello di Bari ha confermato il fallimento di Amica, la società che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti nella Città di Foggia. Tale sentenza ha chiaramente avuto forte eco in Città, determinando forti preoccupazioni dei cittadini per l’imminente futuro di Foggia per quel che concerne la raccolta dei rifiuti, tanto più in un periodo estivo e di gran caldo dove ancora più serio e concreto è il pericolo per la salute pubblica, oltre ad essere ancora più avvertita l’esigenza di una città pulita e priva di cattivi odori.
La decisione della Corte di Appello di Bari, inoltre, ha destato grosse apprensioni in capo ai dipendenti della società Amica, il cui futuro è evidentemente in discussione, con tutto ciò che ne consegue in termini sociali”.

“La questione, dunque, alla luce di quanto esposto coinvolge diversi interessi di primaria rilevanza per il contesto economico-sociale della Città di Foggia, oltre che per la Regione Puglia certamente tenuta a vigilare per una corretta ed efficiente gestione dei rifiuti nei comuni del proprio territorio”.

“Il fallimento di Amica, dunque, richiede di essere portato all’attenzione degli organi regionali competenti, non potendo limitarsi a considerarlo un mero problema di carattere locale. Pertanto, alla luce di quanto riportato, Vi chiedo di voler assumere, sin da subito, tutte le iniziative che si ritengano opportune affinché la Regione Puglia, nei limiti delle proprie competenze ma anche tenuto conto delle responsabilità connesse, sia parte attiva dei processi decisionali che riguarderanno il futuro della Società e del servizio di smaltimento e raccolta dei rifiuti a Foggia”, dice Di Gioia.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi