CronacaFoggia

Lavoro nero, controlli e denunce Fiamme Gialle nel Foggiano

Di:

Controlli Guardia di Finanza contro lavoro nero (st)

Foggia – LA Guardia di Finanza di Foggia ha svolto uno specifico intervento “a massa” su tutto il territorio provinciale per il contrasto al lavoro sommerso. Nei giorni scorsi, i finanzieri del Comando Provinciale hanno effettuato controlli nei confronti di oltre cinquanta attività economiche tra autolavaggi, officine meccaniche, carrozzerie ed altre imprese artigiane.

L’operazione ha consentito di individuare 30 lavoratori completamente in nero, 7 lavoratori irregolari ed un evasore totale. Si tratta di una forma di illegalità assai perniciosa perché, oltre a causare pesanti ricadute sul gettito erariale, danneggia le aziende che operano nella legalità in quanto devono fronteggiare la concorrenza sleale degli operatori che abbattono illegalmente, in maniera significativa, i costi di gestione legati al personale.

Tali effetti negativi si ripercuotono soprattutto sul lavoratore che, oltre a non avere certezza sulla stabilità del rapporto d’impiego, vede, nella maggior parte dei casi, lesi i propri diritti in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro. Constatare 4 violazioni per omessa o irregolare emissione di scontrini e ricevute fiscali; sottoporre a sequestro 2 impianti di autolavaggio per violazione della normativa a tutela dell’ambiente e 3.625 articoli vari per abusivismo commerciale; denunciare a piede libero un soggetto per occupazione abusiva di suolo demaniale.

Inoltre, come anticipato (ne riferiamo in un’altra parte del giornale, ndR) a seguito di una verifica fiscale, i militari della Compagnia di Manfredonia hanno sottoposto a sequestro preventivo “per equivalente” due immobili – nella disponibilità di un costruttore edile – per un valore di 106.000,00. Il provvedimento è stato emesso dall’A.G. di Foggia al fine di garantire la riscossione di quanto dovuto all’erario da parte dell’imprenditore denunciato per il reato di dichiarazione fraudolenta.


Redazione Stato@riproduzione riservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi