BAT
Indagini della Procura della Repubblica di Trani

Terlizzi, denunciati coniugi per bancarotta fraudolenta

Il servizio si inserisce nell’azione svolta dall’Autorità Giudiziaria e dalla Guardia di Finanza a tutela dell’economia “sana”

Di:

Bari. I Finanzieri della Tenenza di Molfetta, coordinati dalla Procura della Repubblica di Trani, hanno denunziato due coniugi di Terlizzi (BA) per bancarotta fraudolenta al termine di un’indagine a carico di una s.r.l., operante nel settore dei supermercati, fallita nel 2012. In particolare, le Fiamme Gialle hanno ricostruito le vicende societarie e individuato le responsabilità dei due coniugi, in qualità di amministratore e socio della fallita S.r.l., accusati di aver distratto il patrimonio della società per un ammontare complessivo di circa 600 mila euro alterando contabilità e bilanci, con prestazioni fittizie verso un’altra società, operante nel medesimo settore dei supermercati, riconducibile agli indagati e creata “ad hoc”.

Le condotte illecite dei soggetti hanno subito destato sospetti negli inquirenti posto che gli stessi, dopo aver cessato ogni attività commerciale della società fallita ed avendo una situazione debitoria elevata, hanno adottato dolosamente una serie di azioni tese alla distrazione di beni mobili e denaro dalla massa dei creditori. Pertanto, il G.I.P. del Tribunale di Trani, al fine di evitare ulteriori possibili condotte distrattive da parte dei due coniugi, ha disposto il sequestro preventivo delle attrezzature, la merce e comunque i beni mobili ed immobili costituenti il patrimonio aziendale della nuova società creata artificiosamente, per un ammontare di circa 600 mila euro, pari al passivo fallimentare.

Il servizio si inserisce nell’azione svolta dall’Autorità Giudiziaria e dalla Guardia di Finanza a tutela dell’economia “sana” e del rispetto delle regole in campo economico-finanziario contrastando chi, con tali condotte illecite, intaccano ed alterano la libera concorrenza.

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati