Manfredonia
Tutto sul bilancio al 31.12.2015

Attività ASE, Collegio sindacale “Necessaria contabilità per centri di costo”

Focus dati Stato patrimoniale

Di:

Manfredonia. ”(…) nel corso del 2015 all’originaria e tradizionale attività di raccolta dei rifiuti solidi urbani per conto del Comune ds Manfredonia, si sono aggiunte altre attvità quali: raccolta e spazzamento per il Comune di Vieste, raccolta e spazzamento per il Comune di Zapponeta, gestione verde pubblico per conto del Comune di Manfredonia, gestione del Mercato Ittico di Manfredonia. Altre saranno implementate nel corso del 2016 quale l’avvio dell’impianto di selezione e la gestione dell’impianto di depurazione delle acque. Alla luce di tutto ciò è necessario implementare nel più breve tempo possible la contabilità per centri di costo di modo che si possa individuare con la maggior certezza possibile quali siano costi e ricavi imputabili a ogni attività esercitata, oltre che a ciascun Comune”. Così dalla relazione del Collegio sindacale esercente attività di revisione legali dei conti dell’ASE SpA in merito alla “Relazione sulla gestione del bilancio al 31/12/2015” della citata partecipata in house del Comune di Manfredonia.

Di seguito i dati relativi allo stato patrimoniale che evidenzia “un risultato d’esercizio positivo”, nel periodo indicato, di euro 7.910.

BILANCIO AL 31.12.2015, INTEGRALE
relazione-bilancio-31.12.2015

Allegato
Immagine

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • ilproletario

    La divisione dei costi per le attività diversificate dovrebbe essere una scelta “naturale” di qualsiasi attività, per sapere almeno se ci si guadagna o ci si rimette: Contabilità per Commessa.
    All’interno di ciascuna Commessa, dovrebbero esserci i Centri di Costo, Costi fissi, costi variabili, costi del personale diretto, del personale indiretto, costi generali ecc.


  • Francesco

    Il presidente del collegio sindacale Adriano Vincenzo Carbone (nominato da sindaco Riccardi) certifica che il bilancio scritto dall’amministratore unico De Feudis (nominato sempre dal suddetto sindaco) è regolare, ma poi ne prende il posto come amministratore unico (sempre per opera del soprannominato Riccardi sindaco). Hanno perso la faccia e ci prendono per i fondelli. Amministratore e sindaci (hanno scritto il bilancio insieme) concordano che la raccolta differenziata porta a porta come programmata e gestita comporterà un incremento del personale. La scelta teoricamente la migliore per la differenziata, ma molto dispendiosa (per acquisti di mastelli e macchine e impegno di personale, invece di un scelta meno costosa ed a stadi avrà una pesante ricaduta sulla tassa sui rifiuti e la città rimarrà sporca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati