Manfredonia
Indagato "Sono totalmente estraneo ai fatti"

Manfredonia, estorsione a fratello sindaco. “Molteplici impronte sul biglietto”

"Le immagini dell'impianto di videosorveglianza", relative al danneggiamento dell'auto dell'imprenditore, avrebbero ripreso un uomo con caratteristiche fisiche "diverse" dal Frattaruolo

Di:

Esterno Tribunale di Foggia (ph: Benedetto Monaco)

Esterno Tribunale di Foggia (ph: Benedetto Monaco)

Foggia. SVOLTOSI stamani davanti al G.i.p. del Tribunale di Foggia, dr.ssa Elena Carusillo, l’interrogatorio di garanzia nei confronti di Pasquale Frattaruolo, 35enne pregiudicato, arrestato dagli Agenti del Commissariato di P.S. nel pomeriggio del 2 agosto 2016, con l’accusa di estorsione ai danni di un imprenditore edile di Manfredonia. L’arresto era stato eseguito a seguito di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip Carusillo, su richiesta del P.M. Dott.ssa Rosa Pensa che ha coordinato le attività di indagini condotte dagli Agenti del Commissariato Sipontino.

Le indagini partite dopo la denuncia dell’imprenditore

In base alle indagini, l’imprenditore vittima dei fatti (Nicola Riccardi, fratello dell’attuale sindaco di Manfredonia) aveva chiesto un intervento degli agenti di Polizia dopo aver constatato il danneggiamento del vetro anteriore della propria autovettura, all’interno della quale aveva rinvenuto una busta di colore giallo. Dagli accertamenti degli uomini della Squadra di P.G., e degli uomini della scientifica del Commissariato, “dalla missiva erano emerse la gravità delle minacce di morte indirizzate non solo all’imprenditore ma alla sua famiglia, e in particolare ai suoi figli per i quali gli estorsori riferivano di conoscere ogni spostamento“. In base alle indagini, le minacce sarebbero state “esplicitate e accompagnate da tre proiettili Cal. 9×21 contenuti nella busta, e dalla richiesta di preparare immediatamente 50.000 euro“.

“Sono totalmente estraneo ai fatti”

Durante l’interrogatorio di stamani, 05 agosto 2016, dinanzi al Gip di Foggia, Frattaruolo – assistito legalmente dall’avvocato Innocenza Starace – si è dichiarato “totalmente estraneo ai fatti”.

“Molteplici impronte sul biglietto presente nella busta gialla”

“Dalla lettura della relazione tecnica sull’identità dattiloscopica”, sul foglio presente all’interno della busta di colore giallo ritrovata nell’auto dell’imprenditore, “sono risultate una presenza di molteplici impronte appartenenti a diversi soggetti”. In particolare, “solo per 2 frammenti” sarebbe risultata una corrispondenza complessiva tra impronte e identità del Frattaruolo, mentre la giurisprudenza richiederebbe la corrispondenza totale per ciascuna impronta.

L'avvocato Innocenza Starace (ST)

L’avvocato Innocenza Starace (ST)

Inoltre, come spiega a Stato Quotidiano l’Avvocato Innocenza Starace, “le immagini dell’impianto di videosorveglianza”, relative al danneggiamento dell’autovettura dell’imprenditore, avrebbero ripreso un uomo con caratteristiche fisiche “diverse” dall’indagato.

Fissata per il prossimo 10 agosto 2016 l’udienza presso il Tribunale della Libertà di Bari. “Confidiamo di dimostrare la totale estraneità ai fatti del mio assistito”, conclude l’avvocato Starace.

Frattaruolo è attualmente detenuto nel carcere a Foggia, in attesa della richiesta di scarcerazione che sarà presentata dal legale. Da ricordare come sarebbero ancora in corso ulteriori indagini tese all’individuazione di eventuali complici dell’arrestato.

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
13

Commenti


  • Ovidio

    Quello che dice qualsiasi avvocato penalista difensore..vale quanto il 2 di coppe…-


  • Utente

    Nel precedente articolo eravate cosi sicuri che ci fossero prove a caricaro dell indiziato e adesso si scopre che non c è proprio niente!!!Pensateci prima di mettere alla gognia la gente


  • mentalist

    Di sicuro il 10 agosto il TDL lo rimette in libertà. Naturalmente la nota avvocata si fregierà di un’altra sua presunta vittoria, quando invece si tratterà di due fallimenti: quello del sistema giudiziario e quello del lavoro investigativo.


  • Franko Am

    sono franco, è tutto molto banale.


  • Michele

    Innocenza starace, un nome una garanzia… x tutti – della provincia di Foggia e non solo…


  • Juris

    Ma i processi non si fanno in Tribunale?

    Da quando in qua gli avvocati fanno i processi sui social?

    Mi sembra che manchi il contraddittorio con il P.M o no?

    Prima di pubblicare una notizia la redazione non dovrebbe interpellare tutte le parti processo ( difesa e P.M ) (ma cosa dice?,ndr) in ossequio al principio del contraddittorio ..

    Altrimenti vertiamo nella pura pubblicità!


  • Antonino

    Speriamo soltanto che il malcapitato costruttore, alla fine di questa triste storia, non si ritrovi: auto rotta, minacciato e a dover pagare le spese giudiziarie.


  • Redazione

    Buon pomeriggio, leggendo il testo potrà rilevare che c’è una parte relativa alle indagini (arresto, precedenti, indizi, accuse, reato) un’altra dedicata alla difesa del legale. Se possibile, continueremo ad aggiornare, come per tutti i testi. A presto, serenità; Stato Quotidiano.it

  • Come dice zalone quanta ignorantita

  • Ca stim a Npules


  • Antonio

    I migliaia di processi che finisco con l’assoluzione voi pensate veramente che siano innocenti o che abbiamo un sistema giudiziario garantista che penalizza le vittime e favorisce i delinquenti, dove non è la bravura dell’avvocato o l’ incapacità di chi ha condotto l’indagine ma può bastare una virgola messa male, il resto lo fanno le migliaia di leggi ad interpretazione che abbiamo e la poca volontà di condanna dei giudici.


  • Settefacce

    Con tutti questi clienti vorrei saper quanto dichiara l’avvocato Starace…..
    secondo me…meno di un operaio!


  • Corrotti

    Starace vs Riccardi va va……si salvi chi puo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati