Manfredonia
Nota stampa

Cera “Mettiamo fine a Commissariamento Enti e Agenzie”

"A Giancarlo Ruscitti spetta un compito non facile"

Di:

Roma. Il presidente dei Popolari alla Regione Puglia, Napoleone Cera, ha rilasciato la seguente dichiarazione.

“Ma la giunta regionale vuole mettere fine alla stagione delle nomine commissariali oppure si deve continuare a ricalcare il vecchio vezzo vendoliano? In pieno agosto, il presidente Emiliano ha deciso di dare un’accelerata sulla sanità. La nomina del nuovo commissario all’Aress può rappresentare, secondo le logiche del governo regionale, un chiarimento sulla governance sanitaria pugliese, ma avremmo preferito una decisione che avesse messo fine alla stagione dei commissariamenti di enti e agenzie regionali, soprattutto avremmo preferito attingere a professionalità pugliesi che pure non mancano e non hanno nulla da invidiare a quelle di altre regioni.

Resta perplessità sulla scelta non in riferimento al professionista indicato, ma alla modalità di una nomina che avviene per strizzare l’occhio al governo nazionale ed evitare un braccio di ferro tra Regione e Palazzo Chigi, mortificando le professionalità pugliesi. La Puglia non è terra di conquista dove accasarsi e dare sfogo a personali rivalse lavorative. A Giancarlo Ruscitti spetta un compito non facile. Auguriamo al nuovo commissario buon lavoro e auspichiamo massimo dialogo con i territori, fruitori di servizi sanitari che necessitano di essere organizzati su basi più rispondenti alle esigenze delle popolazioni pugliesi.

La novità della nomina di Ruscitti si accompagna al nuovo disegno della gestione sanitaria pugliese. La “vecchia” Agenzia regionale sanitaria non ha più ragione di essere, mentre la nuova Aress comporterà oltre a un risparmio di risorse anche una diversa attività, più focalizzata sulla ricerca medica e sul reperimento dei fondi, attraverso bandi europei, per garantire maggiori livelli di assistenza sociosanitaria.

Una sfida di grande suggestione, ma che potrà dare frutti solo in un tempo medio-lungo, mentre per il sistema sanitario pugliese urge una risposta immediata. Occorre una cura efficace, certa, precisa e sistematica nei tempi e nelle modalità. Anche perché il Piano di riordino ospedaliero se, da una parte, non può piegarsi – come avveniva in passato – a rivendicazioni territoriali, dall’altra parte non può rimanere sordo a specifiche richieste di organizzazione dei servizi sociosanitari in determinati territori, come il Gargano o i Monti Dauni.

Per quanto riguarda la vacationei vertici di enti e agenzie regionali, auspico una immediata presa di posizione del presidente Emiliano per mettere fine alla stagione dei commissariamenti e a provvedere a nominare o indicare in tempi brevi e con la stessa velocità usata per la nomina Aress, i nuovi rappresentanti della Regione”.



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati