GarganoManfredonia
Nelle acque adiacenti la località Lido del Sole

Gargano, sorpresi a pescare a strascico sottocosta: 2 sanzioni

Continuano i controlli, in questo particolare periodo, per il rispetto delle norme che disciplinano la pesca marittima

Di:

Rodi Garganico. Durante l’attività di vigilanza pesca e polizia marittima tra il Comune di Rodi Garganico e il nord del Circondario Marittimo – per verificare le attività di pesca in rispetto del Decreto del Fermo Pesca temporaneo Obbligatorio – stamani, alle ore 06.20 circa, l’equipaggio della Motovedetta CP 543 della Guardia Costiera di Rodi Garganico ha intercettato un’unità da pesca intenta alla pesca a strascico, nelle acque adiacenti la località Lido del Sole (Comune di Rodi Garganico), a circa 5,1 miglia dalla costa, profondità del fondale 28 metri circa, attività quest’ultima vietata in questo periodo come disciplinata dal suddetto Decreto.

Gli occupanti dell’unità da pesca, accortesi della presenza della motovedetta della Guardia Costiera, aumentavano la velocità del motore

Gli occupanti dell’unità da pesca, accortesi della presenza della motovedetta della Guardia Costiera, aumentavano la velocità del motore e immediatamente filavano entrambi i cavi d’acciaio in mare senza lasciare segnali indicanti le estremità degli stessi.

(st )

(st )

Al comandante del peschereccio si contestavano e si elevavano due sanzioni amministrative – rispettivamente da €. 4.000,00 – per effettuare la pesca a strascico in tempi vietati e occultare, manomettere o eliminare elementi di prova relativi ad un’indagine posta in essere dagli ispettori della pesca, dagli organi deputati alla vigilanza ed al controllo e dagli osservatori nell’esercizio delle loro funzioni.

Inoltre, sono stati notificati i verbali relativi all’applicazione del procedimento di assegnazione punti per infrazioni gravi per i comandanti di pescherecci.

Continuano i controlli, in questo particolare periodo, per il rispetto delle norme che disciplinano la pesca marittima.

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
7

Commenti


  • Ma quale fermo biologico!!!

    Ecco ora la capitaneria sta apposto! !! Ne basta uno x far tacere il popolo. Ma fatemi il piacere!!!!…tutti i giorni (secondo il lettore,ndr) si pesca tranquillamente a strascico e si scaricano i pesci (anche i sottotaglia)sui moli del porto di manfredonia e nessuno fa niente!!! Dormite pure !!!


  • L'oro nero di Manfredonia

    Una spaventosa macchina da evasione fiscale e le Autorità dormono.


  • francesco

    che ne dire di pesce sotto misura che si vendono in tutti i mercatini della citta ,sotto gli occhi di tutti


  • raffaele

    questi anno la licenza con reti da posta, ma invece svolgono il lavoro tranquillamente usando qualsiasi altro mezzo di pesca


  • povera Manfredonia

    E i pesci che si vendono nelle strade principali e con temperature africane, dei turisti del nord e li capisco visto che il puzzo di pesce era quasi insopportabile precisamente vicino il distrubutore carburanti di Mafrolla!! sono rimasti scandalizzati e hanno detto che Manfredonia e peggio dell’Africa e come si può permettere tutto questo? Poi ovunque vai il pesce quasi sempre senza etichettatura e rilascio scontrini fiscali!! Ma che controlli fanno? Bohhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh!!


  • Ma quale fermo biologico!!!

    Senza parlare di tutti i motoscafi che pescano tranquillamente in pieno giorno sottocosta facendo finta di essere dei semplici diportisti. …


  • luna

    beh… ora non facciamo di tutt’erba un fascio!!! E’ chiaro che se si va a comprare davanti ai bidoni della spazzatura non si può avere nessuna garanzia di nulla, per contro ci sono delle signore attività commerciali che ti danno garanzie di qualità, freschezza ed etichettatura e ti fanno anche scontrini per un euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati