Foggia
Si tratta della seconda fase della campagna di accertamento dello stato di salute delle caldaie

AM Service: riprendono le visite ispettive a Foggia

Nell'occasione, la società di Viale Manfredi ricorda che le verifiche proseguiranno per tutto l'anno corrente ed ancora per i primi mesi del 2017

Di:

Foggia. Dopo la brevissima pausa estiva, sono riprese ufficialmente, dallo scorso lunedì 29 agosto, le visite ispettive degli impianti termici autonomi della Città di Foggia da parte dei tecnici specializzati di AM Servicesrl. Si tratta della seconda fase della campagna di accertamento dello stato di salute delle caldaie, partita lo scorso 14 marzo e che, in poco meno di sei mesi, ha fatto registrare complessive 1.595 ispezioni, di cui 246 a “campione” a titolo gratuito, ovvero su quegli impianti che risultano “bollinati” (che hanno ben esposto il bollino energetico) e 1.349 a “tappeto” ovvero quelle verifiche a titolo oneroso su caldaie non autocertificate.

A tal riguardo il Consiglio di Amministrazione di AM Servicefa presente,all’intera utenza cittadina che, in caso di mancata esecuzione della visita ispettiva per assenza del responsabile o delegato o per rifiuto del controllo, l’impianto verrà considerato “non a norma” con tempestiva comunicazione al Comune di Foggia ed addebito delle spese amministrative pari a € 50,00 per il mancato sopralluogo. Si ricorda, inoltre, che le ispezioni saranno anticipate da una comunicazione scritta, recapitata presso il domicilio del responsabile dell’impianto con un preavviso di 15 giorni. Nella missiva saranno chiaramente riportati sia il giorno della visita, sia la fascia oraria prevista.

Non vi sarà l’applicazione di alcun costo, nel caso in cui l’impianto risulti autocertificato (l’utente dovrà esibire al nostro Ispettore incaricato la copia utente dell’allegato tecnico rilasciato dal proprio manutentore provvisto di bollino energetico). È previsto, invece, onere a carico del responsabile, nel caso in cui l’impianto termico, all’atto dell’ispezione, risultasse non autocertificato (con mancata apposizione del bollino energetico sull’allegato tecnico) o con un’autocertificazione non valida. La tariffa stabilita è pari a € 100,00. Tale somma dovrà essere versata entro 30 giorni dalla data della fattura, che sarà recapitata mediante invio postale successivamente all’ispezione.

Nell’occasione, la società di Viale Manfredi ricorda che le verifiche proseguiranno per tutto l’anno corrente ed ancora per i primi mesi del 2017.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati