GarganoManfredonia
Alta 3 metri e adagiata su un fondale di 14 metri in località Isola di Capraia

Tremiti, statua sommersa San Pio pulita come 18 anni fa

Realizzata grazie al coinvolgimento di tre Centri di immersioni operanti sulle Isole Diomedee

Di:

Isole Tremiti. E’ stata liberata da alghe e incrostazioni che ne coprivano volto e corpo. E’ tornata come nuova la statua sommersa di San Pio, la più imponente del mondo, che da 18 anni protegge i fondali delle Isole Tremiti. L’operazione è stata realizzata da 20 sub provenienti da diverse parti d’Italia (Parma, Rimini, Cesena, Prato, Milano e Foggia) supportati dallo staff del Centro di immersioni Marlin Tremiti con l’assistenza della Capitaneria di Porto e con la benedizione di Padre Massimo, il parroco delle isole che ha partecipato alle operazioni.

La pulizia della statua sommersa, alta 3 metri e adagiata su un fondale di 14 metri in località Isola di Capraia, rientra nella campagna CleanUP2016 fortemente voluta dal Parco Nazionale del Gargano (Ente gestore dell’Area Marina Protetta) e realizzata grazie al coinvolgimento di tre Centri di immersioni operanti sulle Isole Diomedee: Marlin Tremiti, Blue Tremiti e Aquodiving Aquolina.

CleanUp2016 continuerà l’11 e il 18 settembre con altre due giornate volte a proteggere l’ecosistema marino di un’Area Marina Protetta che offre ai visitatori, subacquei e appassionati, tanti angoli di natura incontaminata, oltre quaranta siti di immersione e ben quattordici siti archeologici.

​Dr.ssa Marzia Campagna – Portavoce Ente Parco Nazionale del Gargano



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati