Foggia
Nota stampa

“AttiVisti foggiani: che fine ha fatto il contratto definitivo con l’Amiu?”

Di:

Il Sindaco e l’Assessore Morese sono gli artefici di questa impasse che vede il comune di Foggia dopo 13 proroghe tecniche del contratto provvisorio per la raccolta e la gestione dei rifiuti annaspare tra sporcizia e percentuali irrisorie di differenziata.

In aggiunta il Meetup “Attivisti foggiani” chiede spiegazioni al Sindaco e all’assessore all’Ambiente del perchè sull’albo pretorio siamo ancora fermi alla pubblicazione della 13esima “proroga tecnica del contratto di servizio provvisorio per la gestione dell’igiene urbana della città di Foggia e dell’impianto comunale di selezione multimateriale e biostabilizzazione”, la determina n° 677 del 16/06/2017 che riportava come decorrenza del periodo di copertura 30 giorni (1 giugno-30 giugno 2017).

Ad oggi 6 settembre 2017 non abbiamo contezza se dal 1° luglio siamo in 14esima proroga e quante ne siamo state firmate, ultimate e ulteriormente attivate.

La trasparenza di questa amministrazione lascia come sempre a desiderare e gli strumenti utili per monitorare il lavoro della nostra macchina comunale non vengono aggiornati e le operazioni di inserimento, come è possibile notare da questa vicenda, sono farraginose e non rispettano i minimi sindacali per considerare questa come “Trasparenza” di un comune virtuoso.

Invece di addossare come sempre le colpe alle amministrazioni antecedenti vorremmo ricordare al Sindaco e alla sua maggioranza che stanno operando da più di 3 anni e i cittadini foggiani, al netto di qualche concertino e festicciola, non si sono accorti del loro operato su tematiche importanti come emergenza abitativa, lavori pubblici e ambiente.

(NOTA STAMPA – ATTIVISTI MEETUP 5 STELLE FOGGIA, 05.09.2017)

allegati

Il meetup AttiVisti foggiani interroga Sindaco e Assessore

“AttiVisti foggiani: che fine ha fatto il contratto definitivo con l’Amiu?” ultima modifica: 2017-09-05T12:26:58+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi