ManfredoniaMonte S. Angelo
Accusati di concorso in detenzione a fine di spaccio di sostanza stupefacente

Monte Sant’Angelo – Manfredonia, detenzione e spaccio cocaina: 2 arresti

A cura dei militari del Nucleo Operativo e Radiomobile con l’ausilio di personale della Stazione di Monte Sant’Angelo

Di:

Manfredonia. I Carabinieri della Compagnia di Manfredonia, nello specifico quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile con l’ausilio di personale della Stazione di Monte Sant’Angelo, hanno tratto in arresto due uomini di Monte, il 34enne Giovanni Polino ed il 33enne Giuseppe Guerra, con l’accusa di concorso in detenzione a fine di spaccio di sostanza stupefacente del tipo cocaina, in esecuzione di un’ordinanza applicativa di misura coercitiva domiciliare emessa nei loro confronti dal Tribunale di Foggia, su richiesta della Procura della Repubblica.

Polino Giovanni è chiamato a rispondere della violazione dell’articolo 73 del D.P.R. 309/1990 poiché, il 29 maggio 2015, in concorso con Ciociola Pasquale, nei cui confronti si era proceduto all’epoca con l’arresto in flagranza di reato, detenevano illegalmente 55 grammi di cocaina, dal cui esame è emerso fossero ricavabili, secondo le tabelle ministeriali, 227 dosi.

Inoltre Polino Giovanni e Guerra Giuseppe sono chiamati a rispondere della medesima violazione poiché, il 18 giugno dello stesso anno, in concorso tra loro e con Mario Rignanese, nei cui confronti si era proceduto all’epoca con l’arresto in flagranza di reato, detenevano 40 di cocaina, dal cui esame è emerso, sempre stando alle tabelle ministeriali, fossero ricavabili 205 dosi. L’attività di indagine svolta dall’Arma di Manfredonia ha consentito di far emergere degli elementi univocamente indicativi dello svolgimento di una cospicua attività di detenzione e commercio di sostanze stupefacenti ad opera del Polino Giovanni, coadiuvato nelle diverse circostanze da Ciociola Pasquale, Rignanese Mario e Guerra Giuseppe. L’indagine, più nello specifico, ha permesso ai Carabinieri di intervenire in occasione di due viaggi finalizzati proprio al rifornimento di stupefacenti verso Foggia e Cerignola, quelli per l’appunto del 29 maggio e del 18 giugno 2015, con la sostanza che poi sarebbe stata rivenduta sulla piazza di Monte Sant’Angelo.

Nella prima circostanza veniva fermata l’autovettura guidata da Ciociola Pasquale, a bordo della quale si trovava come passeggero Polino Giovanni, e venivano trovati i 55 grammi di cocaina.
Nella seconda occasione veniva sottoposta a controllo l’autovettura guidata da Rignanese Mario, e quest’ultimo riconosceva la propria esclusiva responsabilità per la detenzione della cocaina rinvenuta in tale occasione, precisamente un involucro contenente 36 grammi.

L’indagine, svolta anche con l’ausilio di attività tecnica prima e soprattutto dopo tali arresti, faceva piena luce sul coinvolgimento nei fatti degli indagati, i quali partecipavano attivamente sia alla fase preparatoria dei viaggi finalizzati ai rifornimenti sia a quella successiva, finalizzata ad assicurare il supporto legale al complice arrestato. Al termine delle operazioni, i due sono stati sottoposti al regime degli arresti domiciliari presso le rispettive residenze in Monte Sant’Angelo.

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
0

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati