Manfredonia
A cura di Filippo Lupoli e Antonio Troiano

Tu lo conosci il Referendum? I manfredoniani rispondono (VIDEO – II)

Il video non ha valenza di sondaggio rappresentando unicamente una libera raccolta di opinioni in città

Di:

Manfredonia. “TU lo conosci il Referendum?”. Tra circa 10 giorni i cittadini di Manfredonia – aventi diritto – saranno chiamati alle urne per esprimere il proprio parere favorevole o contrario sul progetto dell’Energas SpA di Napoli, relativo all’installazione di un deposito costiero di gpl – in località Santo Spiriticchio – “costituito da 12 serbatoi di capacità complessiva di 60.000 mc e opere accessorie quali un gasdotto.”

Ma i manfredoniani sono davvero a conoscenza della ‘chiamata alle urne‘? Conoscono il tema del referendum consultivo? Sono, in linea di massima, favorevoli o contrari all’installazione del deposito di gpl? Quali, se ci sono, le loro proposte in alternativa?

Circa un centinaio i cittadini ascoltati, scelti a caso nelle zone centrali della città e sul lungomare. Molti quelli che hanno preferito non rispondere, come quelli che non hanno autorizzato le riprese, pur rispondendo. Altri invece si sono dichiarati totalmente contrari. Altri a favore.

Il video non ha valenza di sondaggio rappresentando unicamente una libera raccolta di opinioni in città. (I – continua)

redazione stato quotidiano.it – riproduzione riservata



Vota questo articolo:
15

Commenti


  • no gpl

    DOVETE SPARITE DA MANFREDONIA!


  • Bora

    Certo lo ” SPECULAMENTO ” del territorio non va bene !!! Hahahahahahah
    Ma come si possono pubblicare cose simili ?
    Ma anche l’interviatatore è veramente pazzesco …..!!!
    Non si se ridere o piangere nel sentire che in caso di incidente salta in aria ” l’intera regione Puglia ”
    (sono le risposte della popolazione, cosa c’entra l’informazione? Al contrario, è una questione di singola preparazione,ndr)
    pur di nascondere la verità !
    Sembra il referendum anti Enichem che con energas non ha nulla a che fare !
    Che vergogna.


  • Carlo

    Adesso che la cittadinanza viene informata come merita a qualcuno rodono le chiappe. Volevano, questi predatori e maggiordomi ,che il tutto avvenisse come in passato ovvero che il popolo non fosse informato. Si vede l’informazione che fa energas, attraverso gli spot di Lino Banfi che ricadono esattamente nella tempistica dell’arco pre elettorale e i panettoni al Miramare! La pacchia è finita! Manfredonia se desta!


  • Lettore


  • Lettore

    Nessuno ha osato confrontarsi con Gianni Lannes! Vi avrebbe “illuminato” illusi!


  • Antonio Trotta

    Ma scusate avete capito quale è la finalità del referendum oppure no?
    Dall’intervista sembra che votare no serva per non far installare il deposito, a differenza dell’obiettivo del referendum che invece è quello di esprimere un parere per il comune (che vi ricordo ha già votato no), che manisfera al Mise durante la conferenza dei servizi.
    Avete capito che non serve a nulla o no? Avete capito che vi stanno prendendo in giro?


  • Referendum = Foglia di fico

    Referendum assolutamente inutile! Dopo diversi anni la nostra amministrazione comunale si sveglia, dopo aver già manifestato la propria contrarietà nell’organo più alto di rappresentanza locale, e chiede ai cittadini come deve comportarsi?!?!?!?
    Mi fate ridere! Soldi buttati nel cesso per stare con la coscienza a posto e far credere a qualcuno che adesso si stanno considerando le indicazioni della popolazione.

    Questa cosa andava fatta forse 10 anni fa, non ora. Adesso è totalmente inutile!


  • A MANFREDONIA ASSISTIAMO ALLA PIU' GRANDE COMMEDIA DI TUTTI I TEMPI

    A MANFREDONIA ASSISTIAMO ALLA PIU’ GRANDE COMMEDIA DI TUTTI I TEMPI? Occhio!! C’è gente della destra o del centro destra o comunque di altre idee politiche che non andranno al voto il 13 di novembre perchè plagiati dai loro capi in quanto a loro dire se vincesse il NO, L’energas non si realizzerebbe e la stessa chiederebbero i danni al Comune di Manfredonia a loro dire complice sino al 2013! L’ammontare dei danni ricadrebbe sulle tasse da pagare ai cittadini!

    NON FACCIAMOCI ABBINDOLARE! NEL CASO AVESSE RAGIONE ENERGAS SAREBBE FACILE INDIVIDUARE GLI EVENTUALI COMPLICI DI PALAZZO E FAR PAGARE I DANNI SOLO A LORO! AI RESPONSABILI E NON A TUTTA LA COMUNITA’!!


  • Manfredoniano schifato e inorridito

    I politici sipontini responsabili del passato vogliono uscire indenni dai pasticci e dalla grande inettitudine del passato e della loro omertà verso il popolo sovrano! Referendum o no! Chi è stato a palazzo San Domenico che sapeva e ha taciuto alla popolazione_ E’ RESPONSABILE e se ne assumerà la TOTALE RESPONSABILITA’ DI TUTTO!


  • Silvana

    La gente non sa neanche per cosa si vota !
    È molto grave che l’intervistatore ( ammesso che lui conosca il quesito referendario ) non dice nulla quando la gente intervistata dice che il referendum è è a favore i contro la Energas.
    Sarebbe il caso per chi va in giro a fare interviste , ma anche per chi poi le pubblica spiegare che non si vota a favore i contro energas , ma che la cosa…..è ben diversa ed è l’amministrazione comunale che pilatescamente ha chiamato in causa i cittadini per poi avere sempre ed in TUTTI I CASI ( che energas si realizzi o meno ) una via di uscita per scaricarsi delle conseguenze di ciò che accadrà !

    (LEGGA IL GIORNALE, C’è SCRITTO TUTTO: QUESITO REFERENDARIO, INTERVISTE AL PRESIDENTE DELL’ENERGAS, AL SINDACO DI MANFREDONIA, DOCUMENTI. QUESTE INTERVISTE – COME SPIEGATO – RAPPRESENTANO UN MODO PER DARE AI CITTADINI LA POSSIBILITA’ DI INTERVENIRE. IN CASI ANALOGHI, NELLE RISPOSTE VI SONO SPESSO IMPRECISIONI. MA E’ COSI’ DALLA NASCITA DELLE TELEVISIONI, DALLA TV DI STATO A QUELLE PRIVATE. SI RICORDI CHE NON PARlIAMO DI UN QUIZ CON SUGGERIMENTO DELLE RISPOSTE ESATTE. IL GIORNALE GARANTISCE LA LIBERTA’ DI ESPRESSIONE A TUTTI, NDR)

    (FALSITA’, DENIGRAZIONI,NDR)

    (ECCO COSA C’E’ SCRITTO NELL’ARTICOLO, COME GIA’ PUBBLICATO NUMEROSISSIME VOLTE. LEGGA GENTILMENTE: “TU lo conosci il Referendum?”. Tra circa 10 giorni i cittadini di Manfredonia – aventi diritto – saranno chiamati alle urne per esprimere il proprio parere favorevole o contrario sul progetto dell’Energas SpA di Napoli, relativo all’installazione di un deposito costiero di gpl – in località Santo Spiriticchio – “costituito da 12 serbatoi di capacità complessiva di 60.000 mc e opere accessorie quali un gasdotto.”,NDR)


  • Silvana

    ” volete voi che il Comune di Manfredonia, si esprima a favore della realizzazione, sul proprio territorio, di un progetto di deposito costiero di GPL a rischio di incidente rilevante ”
    Dovrebbe essere questo il quesito referendario giusto ?
    È un interrogativo che l’amministrazione comunale pone ai propri cittadini cosa ben diversa che votare a ” favore o contro la energas ” !
    Questo modo di fare inganna la gente convinta di avere potere decisionale nella realizzazione i meno del deposito Energas.
    Mi sa che pochi lo conoscono il referendum ed altri fanno finta di non conoscerlo.
    Una tristezza ed uno squallore infinito.


  • Banfigas

    Siete voi lo squallore che desiderata che una comunitaà intera sia asservita, addolcita, assopita e domata! La società sipontina per fortuna non è rappresentata dal Manfredonia Calcio! La città non vi vuole dovete smammare dal nostro territorio! Ci credono tutti ignorati e caproni e servi! Per voi purtroppo non è cosi, anzi con il vostro modus operandi state sfidando una intera comunità!


  • IL GRANDISSIMO INCUBO DEL MOSTRO DI SAN SPIRITICCHIO

    BASTA CON QUESTO SPAVENTOSO INCUBO! BASATA!


  • zak

    Dopo aver visto il servizio ho deciso… SI ENERGAS!!!!! Ed attenzione allo speculamento del territorio!


  • sgamo

    “cosa avrebbe fatto al posto di ENERGAS?”, questà domanda è di una stupidità pazzesca. Imparate a fare interviste (non è un sondaggio,ndr)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati