Eventi

Bari festeggia S. Barbara inaugurando la mostra sull’Unità d’Italia


Di:

Il comandante della Capitaneria di Porto di Manfredonia, CP F.Staiano (a dx) e il Sc. 3^ classe - direttore delle macchine durante il salvataggio - Ruggero Iodice (ST)

Bari – LA Capitaneria di porto di Bari ha festeggiato questa mattina, presso la Basilica di San Nicola, la patrona della Marina Militare italiana, S. Barbara, con una Messa officiata da S.E. Rev.ma Monsignor Francesco Cacucci, Vescovo di Bari.

Al termine della celebrazione eucaristica è stata inaugurata, presso la sala mostre dell’Archivio di Stato di Bari, alla presenza del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto Ammiraglio Ispettore Capo (CP) Marco Brusco, una mostra storico-documentaria dal titolo “Le Capitanerie di Porto in Puglia nei 150 anni dell’Unità d’Italia”. La mostra, ricca di documenti storici originali, ripercorre la storia delle Capitanerie di Porto pugliesi.
Fra le curiosità: un contratto di concessione demaniale del 1910 assegnata al padre del premio nobel Rita Levi Montalcino, il documento più antico risalente al 1818 che è la legge di navigazione con cui furono istituiti localmente i sindacati di mare e le dogane ed infine, tra gli altri, un documento del 1848 – in originale – rilasciato ad un marittimo di Bari che lo abilita all’esercizio dell’attività “Marinaro Padrone di Traffico” ed un foglio di via con l’ annessa nota spese del primo Ispettore Capo del Corpo delle Capitanerie di Porto Carlo Francesco Mazzinghi, risalente al 15 giugno 1908.

Il Comandante Generale ha colto l’occasione per ricordare la lodevole attività svolta dagli uomini e dalle donne comandati dal Contrammiraglio (CP) Salvatore Giuffrè. In particolare, si è soffermato sul compito prioritario del Corpo, la salvaguardia della vita umana in mare, ricordando i 966 migranti recuperati in acque pugliesi dai militari delle Capitanerie di porto a seguito del flusso migratorio che proprio in questo periodo sta interessando la zona del Salento.

Intensa è anche l’attività di vigilanza (prevenzione, monitoraggio e repressione) in materia di pesca, che si svolge attraverso periodici controlli sia alle unità da pesca, in fase di trasporto, sbarco e distribuzione del pescato, sia alla commercializzazione del prodotto ittico: nel corso del 2011 sono stati effettuati, nel complesso, 5.211 controlli, un dato che conferma – nonostante la negativa congiuntura economica – l’impegno e la presenza sul territorio degli uomini della guardia costiera. 78.158,72 è il quantitativo di pescato sequestrato in puglia nell’ultimo anno.

In relazione all’attività di polizia giudiziaria, la Direzione Marittima di Bari ha espletato, nel periodo compreso fra la metà del 2010 e la metà del 2011, numerose operazioni con riferimento ai compiti assegnati alle Capitanerie di porto: sono state redatte 556 notizie di reato e 1557 processi verbali amministrativi. A latere dello svolgimento delle attività istituzionali proprie del Corpo, la Direzione Marittima pugliese ha posto in essere, nel gennaio 2011, una significativa operazione denominata “Marijuana beach”, che ha portato al sequestro di circa 300 kg di marijuana pura.
Rimane, inoltre, sempre alto il livello di guardia dei Nuclei Port State Control preposti alla verifica del rispetto delle condizioni essenziali che garantiscano la sicurezza della navigazione e l’ordinato e sicuro svolgimento del trasporto marittimo sia di merci che di passeggeri. Tale attività ha portato all’accertamento di n.8 casi di “fermo nave” per condizioni sub-standard ai fini della sicurezza della navigazione, fra il luglio del 2010 e lo stesso mese del 2011.Nello stesso periodo le Capitanerie di porto pugliesi hanno eseguito 18.268 interventi tesi a prevenire o ad eliminare possibili cause di inquinamento dell’ambiente marino.

Il Comandante Generale ha, infine, fatto cenno al complesso dell’attività svolta dal Corpo sull’intero territorio nazionale nel corso del 2011: in ambito pesca, sono state inflitte 4.134 tra sanzioni penali e amministrative e 293.820,8 kg di pescato sono stati sequestrati; 312 sono state le notizie di reato in materia di sicurezza della navigazione e 69.192 le infrazioni registrate in materia di tutela ambientale, con 126 sequestri penali, mentre nell’ambito del fenomeno migratorio circa 53.000 sono state le persone a cui si è prestato soccorso in mare.


Redazione Stato

Bari festeggia S. Barbara inaugurando la mostra sull’Unità d’Italia ultima modifica: 2011-12-05T20:11:25+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi