Cronaca

Dentamaro, approvata legge Polizie municipali: telefono unico e finzianziamenti


Di:

L'assessore pugliese Marida Dentamaro (St - fonte image: massimomaiorano.it)

Bari – LA nuova legge sulle polizie municipali, attesa da oltre vent’anni “mette a disposizione dei Comuni oltre due milioni in tre anni per la formazione dei vigili urbani”. E presto ci sarà un numero telefonico unico di tipo breve per chiamare i vigili urbani, uguale in tutta la Regione, che sostituirà gli attuali numeri telefonici corrispondenti ai vari comandi comunali.

Lo spiega l’assessore al Decentramento, Marida Dentamaro, dopo l’approvazione della legge oggi in Consiglio. I vigili urbani potranno così attingere alle risorse del Fondo sociale europeo per partecipare a corsi di formazione. Nello specifico, anche corsi di difesa personale, uso nuove tecnologie (autovelox, telecamere, rilevazione elettronica infrazioni, uso sale operative integrate). “E in più – spiega la Dentamaro – i vigili urbani potranno utilizzare le sale operative della Protezione civile quando non utilizzate per le emergenze”. “Aderiamo anche a una richiesta espressa ad esempio dal sindaco di Bari, Michele Emiliano, per la realizzazione del crime mapping: i fondi della legge potranno essere utilizzati per la realizzazione di una banca dati regionale dei reati, alimentata dai dati delle polizie municipali. Ci rendiamo conto che non è quanto richiesto dal sindaco al Ministero degli Interni, ma si tratta di un inizio per lavorare sulle mappe dei reati e per prevenirli”. “Il numero telefonico unico funzionerà sul tipo dei numeri brevi 112 o 113, interconnettendo ancora di più il sistema di sicurezza – aggiunge la Dentamaro – ma con la legge premieremo anche i piccoli comuni che si consorzieranno creando corpi unici di polizia municipale, prevedendo incentivi economici”.


Redazione Stato

Dentamaro, approvata legge Polizie municipali: telefono unico e finzianziamenti ultima modifica: 2011-12-05T20:07:45+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi