Cronaca

FSE, Lanzilotta: “Commissione d’inchiesta per chiarire alcune scelte”


Di:

Pdl, Miccolis-Lanzillotta (ST)

Bari – “OCCORRE nominare una Commissione d’inchiesta ai sensi dell’articolo 31 dello Statuto della Regione Puglia per chiarire le modalità di gestione dell’azienda Ferrovie Sud Est, alla luce di quanto emerso nel corso del dibattito in Consiglio chiamato ad esprimersi su alcune mozioni e ordini del giorno sul trasporto locale”. Lo sostiene il consigliere regionale del Pdl, Domi Lanzilotta.

“Con i suoi 480 km di rete ferroviaria la Sud Est consente di collegare il Sud Salento a Lecce e poi a Taranto, e il capoluogo Bari alla Valle d’Itria e ad alcuni grossi centri turistici come Putignano, Conversano e Castellana. Una rete di collegamento -sottolinea Lanzilotta- che se elettrificata e ammodernata, diventerebbe una vera metropolitana di superficie, e per questo sono ineludibili interventi strutturali migliorativi del servizio di trasporto garantito da FSE . È altrettanto necessario però far luce su alcune ombre della gestione di FSE. Un esempio: i moderni treni acquistati e depositati a Putignano perché non compatibili con le rotaie della rete ferroviaria pugliese. Ѐ necessario attivare quindi, dopo la sessione dedicata al bilancio regionale, una commissione d’inchiesta che possa fornire un quadro completo delle motivazioni alla base delle scelte di FSE”, conclude Lanzilotta.

Personale FSE, Laddomada: “Dare una speranza agli operatori in graduatoria”. “L’azienda ferroviaria Sud Est è connotata, a detta anche dei sindacati, da scelte gestionali, amministrative e contabili scellerate. A cui si aggiunge il problema dello scorrimento della graduatoria degli operatori di esercizio riveniente dal concorso del 2008 in scadenza il 31 dicembre 2011, che ho posto nelle commissioni consiliari competenti da circa una anno”. Lo ha dichiarato il consigliere de La Puglia per Vendola Francesco Laddomada, segretario della Commissione Trasporti e componente della Commissione Lavoro, intervenendo al dibattito in Consiglio regionale sulla mozione e ordine del giorno sui trasporti locali approvati all’unanimità. “Purtroppo nonostante le necessità dell’azienda di assumere personale – ha aggiunto Laddomada-, le ferrovie del Sud est, che spesso fanno ricorso al lavoro straordinario dei lavoratori più anziani, pervicacemente si ostinano a non assumere i 46 giovani presenti nella graduatoria concorsuale, la cui assunzione comporterebbe notevoli riduzioni dei costi, in quanto agli stessi sarebbe corrisposta una retribuzione minima di primo livello (900 euro al mese).

Con grande dispiacere sono costretto a rimarcare che all’interno degli organismi consiliari si sarebbe potuto trovare una soluzione condivisa con i sindacati, per dare una speranza di lavoro a chi legittimamente è risultato idoneo a un concorso pubblico. Sembrerebbe, invece, che si voglia portare la graduatoria a scadenza (31.12.2011). Ho, pertanto, depositato – conclude Laddomada- un’ulteriore richiesta di convocazione congiunta delle commissioni quinta e sesta, affinchè si possa trovare una soluzione concordata che, al di là dell’imminente scadenza della graduatoria, possa dare speranza ai giovani e dimostrare che le istituzioni sono ancora in grado di rispondere ai bisogni della collettività”.


Redazione Stato

FSE, Lanzilotta: “Commissione d’inchiesta per chiarire alcune scelte” ultima modifica: 2011-12-05T22:26:03+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi