Foggia
Attesi mille tifosi rossoneri

Foggia, la vetta passa per Melfi

I lucani, usciti molto rinforzati dalla sessione di mercato, sono guidati dall’ex- tecnico rossonero Guido Ugolotti, che nella stagione 2009/10 conquistò ai play-out contro il Pescina una insperata salvezza

Di:

Foggia. Foggia in trasferta, almeno sulla carta. Il ventunesimo turno del girone C di Lega Pro riserva ai rossoneri la sfida al Melfi, compagine invischiata nelle zone basse della graduatoria, che si giocherà presso lo stadio “Arturo Valerio” della cittadina lucana; previsto un vero e proprio esodo dal capoluogo dauno, sono attesi circa mille tifosi al seguito dei Satanelli.

QUI FOGGIA. “È una partita insidiosa, per noi il Melfi è una squadra tignosa, ma sarebbe bello iniziare a riprenderci quanto perso per strada, vogliamo vincere e metterci primi.” – così esordisce De Zerbi nella conferenza stampa della vigilia – “La città ci crede e c’è ansia, sono diciotto anni che il Foggia non torna in B, la gente ha vissuto brutti momenti e pensa che si va in B ora o mai più; noi stiamo dando tutto per far vivere un sogno e la squadra è legatissima alla maglia. Domani farò scelte legate alla partita, ma mercoledì (c’è il match di Coppa Italia Lega Pro contro l’Akragas) giocheranno tutti quelli che non giocano contro il Melfi; ci sarà anche Quinto, ma non in panchina, ha ripreso ad allenarsi e sono più tranquillo quando lo vedo in spogliatoio, potrei fargli fare uno spezzone di partita ad Agrigento. Il Melfi? Ha giocatori bravi sulle fasce ed in attacco, c’è Herrera che è un giocatore di grande qualità, hanno Masini squalificato, non so se giocherà Ingretolli o l’altro nuovo arrivo (Boscolo Zemelo, attaccante classe ’96)”.

Per quanto riguarda il probabile undici iniziale del Foggia, non dovrebbero esserci molte sorprese, con la conferma totale per il reparto arretrato, mentre a centrocampo c’è il dubbio Vacca che, come chiarito da De Zerbi, ha sostenuto solo la seduta di allenamento del giovedì ed è reduce da una botta subita in quel di Catanzaro, e potrebbe essere sostituito da Coletti tra i titolari; c’è curiosità su quale possa essere il trio d’attacco: possibile riconferma per Sarno al centro dell’attacco, con Chiricò ed uno tra Arcidiacono, Riverola e Sainz-Maza a sostegno; non è da escludere un ritorno di Pietro Iemmello dal 1’, in quel caso sarebbe proprio Sarno ad essere dirottato sulla fascia.

QUI MELFI. I lucani, usciti molto rinforzati dalla sessione di mercato, sono guidati dall’ex- tecnico rossonero Guido Ugolotti, che nella stagione 2009/10 conquistò ai play-out contro il Pescina una insperata salvezza con i Satanelli che attraversavano una fase di disfacimento societario. Diversi i volti nuovi di questo Melfi: dalla Lupa Castelli è arrivato il difensore classe ’92 Andrea Petta, dal Catanzaro è invece giunto l’attaccante Ingretolli, mentre gli ultimi giorni di mercato hanno consegnato ai gialloverdi due giovani interessanti come Silvestri e Boscolo Zemelo. Il tecnico massese dovrebbe schierare i suoi con il solito di 4-2-3-1: assenti Masini, espulso nel match contro la Lupa Castelli, che con tutta probabilità verrà sostituito da Ingretolli nel ruolo di punta, e l’infortunato Colella; Santurro tra i pali, difesa con Petricciuolo, Cason, Silvestri e Giron, mentre Maimone e Finazzi agiranno da mediani difensivi. A completare l’undici titolare dovrebbero essere Canotto, Herrera e Tortolano, che giocheranno a supporto dell’unica punta, che come detto potrebbe essere Ingretolli. In vista del match contro il Foggia, la società melfitana ha deciso di istituire la “giornata gialloverde”: non saranno validi, infatti, gli abbonamenti stagionali.

PROBABILI FORMAZIONI
MELFI: (4-2-3-1) Santurro; Petricciuolo, Cason, Silvestri, Giron; Maimone, Finazzi; Canotto, Herrera, Tortolano; Ingretolli. All.: Ugolotti.
FOGGIA: (4-3-3) Narciso; Angelo, Loiacono, Gigliotti, Di Chiara; Coletti, Agnelli, Gerbo; Arcidiacono, Chiricò, Sarno. All.: De Zerbi.
Arbitro: sig. Vesprini di Macerata.

(A cura di Salvatore Fratello – salvatore.fratello@outlook.com)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi