Cronaca
"Ogni vita non accolta non fa altro che impoverire ulteriormente il nostro tessuto sociale"

Foggia, no all’aborto nel progetto ‘Come Maria’

"Il titolo del progetto "Come Maria"- racconta l'ideatore don Francesco Catalano - non ha un diretto riferimento alla Madonna"

Di:

Foggia. “Ogni vita non accolta non fa altro che impoverire ulteriormente il nostro tessuto sociale” questo è quanto emerge dal messaggio del Consiglio Episcopale Permanente in occasione della 38° Giornata Nazionale per la vita, che si celebra proprio domenica 7 febbraio 2016. Di conseguenza a Foggia stiamo realmente diventando poveri con una media di tre aborti al giorno.L’aborto non può essere mai la soluzione ad un problema, ce lo ricorda anche Papa Benedetto XVI: “Lo sterminio di milioni di bambini non nati, in nome della lotta alla povertà, costituisce in realtà l’ eliminazione dei più poveri tra gli esseri umani”. Come gesto concreto per arginare questo “olocausto silenzioso” è nato il progetto “Come Maria” promosso dalla Caritas Diocesana di Foggia-Bovino.

Il titolo del progetto “Come Maria”- racconta l’ideatore don Francesco Catalano – non ha un diretto riferimento alla Madonna, ma alla prima mamma che riuscii a convincere a non abortire proprio grazie a questa iniziativa. Esso offre alle donne che rinunciano all’aborto, un piccolo lavoro da fare comodamente a casa, ossia la costruzione di rosari in legno d’Ulivo con la croce di Papa Francesco. Grazie a questa piccola e semplice proposta sono già nati tre maschietti e una femminuccia. I rosari realizzati, la Caritas li dona ai benefattori che donano delle piccole offerte in occasione delle giornate di raccolta fondi, davanti ai supermercati, nei fine settimana. Abbiamo già all’attivo quattro bambini salvati”. (nota stampa)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi