GarganoManfredonia
Alla presenza di decine di migliaia di persone appartenenti ai gruppi di preghiera di Padre Pio, giunte da molte parti del mondo all’udienza in Piazza San Pietro

Il Papa a San Giovanni Rotondo? ‘Ho voglia di venire nella vostra terra’

“Chiunque venga nella vostra bella terra” – e “io – dice – ho voglia di andarci – possa “trovare anche in voi un riflesso della luce del Cielo”

Di:

Roma. Il mondo “ha bisogno come il pane” della misericordia di Dio, quella misericordia di cui San Pio da Pietrelcina fu un tale “servitore” da diventare per milioni di persone una “carezza vivente del Padre”. Lo ha affermato Papa Francesco alle decine di migliaia di persone appartenenti ai gruppi di preghiera di Padre Pio, giunte da molte parti del mondo all’udienza in Piazza San Pietro. Siate, ha detto loro Francesco, delle “centrali di misericordia” che provvedano “l’energia dell’amore” alla Chiesa e al mondo.

“Curare la malattia, ma prendersi cura del malato. Può succedere che, mentre si medicano le ferite del corpo, si aggravino le ferite dell’anima, che sono più lente e spesso difficili da sanare. Anche i moribondi, a volte apparentemente incoscienti, partecipano alla preghiera fatta con fede vicino a loro, e si affidano a Dio”. E questa considerazione riporta alla mente del Papa il ricordo di un suo amico prete, costretto in coma da molto tempo. Un doloroso stato di incoscienza e un nodo complesso dal punto di vista medico, che un giorno si sciolse grazie all’intervento di un altro sacerdote che riuscì a comunicare col malato invitandolo ad affidarsi serenamente a Dio: “Tanta gente ha bisogno, tanti malati che si litigano parole, che si diano carezze, che diano loro forza per portare avanti la malattia o andare all’incontro con il Signore: hanno bisogno di essere aiutati a fidarsi del Signore. Sono tanto grato a voi e a quanti servono gli ammalati con competenza, amore e fede viva”. Le ultime parole di Francesco sono un saluto che si trasforma in un invito. “Chiunque venga nella vostra bella terra” – e “io – dice – ho voglia di andarci – possa “trovare anche in voi un riflesso della luce del Cielo”. From Radio Vaticana.

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Redazione

    (ANSA) – TARANTO, 6 FEB – “Ho letto delle dichiarazioni del Papa, che avrebbe piacere a conoscere la nostra Puglia. Voglio dire che ci onora molto e ci riempie di speranza e di orgoglio”.
    Lo ha detto all’ANSA il sindaco di Taranto, Ippazio Stefano, commentando le dichiarazioni del pontefice. “C’è fiducia – ha aggiunto Stefano – in quel movimento che è nato nel Salento e che ha visto i sindaci di Taranto, Brindisi e Lecce di chiedere a sua santità di venire nella nostra terra. Rinnoviamo questo invito con grande vigore”. (ANSA).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi