Stato prima
L'esplosione provocata dall'incendio nel metanodotto Snam ha danneggiato 3 tre case vicine, ferendo lievemente 7 persone

Incendio metanodotto: Procura Teramo apre inchiesta

Le forze dell'ordine hanno sgomberato e posto sotto sequestro le abitazioni vicine all'incendio

Di:

Pescara, 6 mar. (askanews) – La Procura della Repubblica di Teramo ha aperto un’inchiesta per l’esplosione del metanodotto avvenuta questa mattina intorno alle 7.30 nella frazione di Mutignano nel comune di Pineto, in provincia di Teramo. L’esplosione provocata dall’incendio nel metanodotto Snam ha danneggiato tre case vicine, ferendo lievemente sette persone. Le forze dell’ordine hanno sgomberato e posto sotto sequestro le abitazioni vicine all’incendio.



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • L'INCUBO DEL MOSTRO GAS ORBITA SU MANFREDONIA

    E QUI CI VOGLIO PIAZZARE LA MEGA CENTRALONA!!!!!!!!!


  • nooooo il metano è piu sicuro del GPL

    l’ing Marino dell’energas ha detto sulla gazzetta che il metano è il più sicuro…figurati il gpl…….


  • antonella

    Per tutti quelli che non vogliono capire e vedere, ecco cosa comporta un metanodotto, da noi si parla di 60.000 m3 di gas gpl a una distanza di 15 km dal centro abitato.la sicurezza, di chi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi