Politica
"Dal ‘concept grafico’ al planning pubblicitario, affissionistica, format televisivo.."

Mazzei: “6 mln per spot su differenziata, vergogna!”

"Ma con quale coraggio? Come si presentano?"

Di:

Bari – “NON ci sono i soldi per ridurre la salatissima ecotassa, non ci sono i soldi per completare il ciclo dei rifiuti o per sostenere i Comuni che hanno speso decine di migliaia di euro per la raccolta differenziata. Ma… ci sono 6 milioni di euro da buttare dalla finestra per una campagna di informazione per la raccolta differenziata. Uno scandalo!”. Lo dichiara il consigliere regionale Luigi Mazzei, annunciando un’interrogazione a riguardo. “E’ una vergogna”, aggiunge. “Con delibera n. 386 del 3 marzo, hanno approvato questa colossale azione per una campagna pubblicitaria. Dal ‘concept grafico’ al planning pubblicitario, affissionistica, format televisivo… tutto per la modica cifra di 6 milioni di euro di fondi PO-FESR 2007-2013. Ma con quale coraggio? Come si presentano? Questo vuol dire sperperare danaro pubblico, mentre l’assessore Nicastro farebbe bene ad occuparsi del Piano rifiuti fallimentare, delle discariche che stanno esplodendo quando non vengono sigillate dalla magistratura, della riduzione dell’ecotassa. E invece? Si pensa, in tipico Pd-Sel style’, a gigantesche campagne pubblicitarie con soldi pubblici.

Ci rammarica dover ammettere, ancora una volta, di aver avuto ragione: guarda caso, infatti, la delibera viene approvata poco prima dello start della campagna elettorale e ce ne sarà abbastanza per tutti gli amici e per gli amici degli amici. Con soldi pubblici sponsorizzano la campagna di Emiliano. Adesso basta –conclude Mazzei- la sinistra offende gli sforzi e i sacrifici di una comunità divorata dalla crisi e dal suo malgoverno”.

Nicastro a Mazzei:”Grazie per i consigli ma i fondi PO FESR sono vincolati”. “Registro dichiarazioni su cui devo fare delle puntualizzazioni: la delibera cui fa riferimento il consigliere Mazzei riguardante l’utilizzo di fondi del PO FESR per le attività di comunicazione a supporto della raccolta differenziata risale al luglio 2014; quella recentemente approvata è una semplice rimodulazione dell’utilizzo di uno stanziamento già approvato un anno fa. E’ appena il caso di rammentare, al consigliere prodigo di consigli nei confronti del mio operato, che i fondi FESR sono vincolati e che quindi quegli importi investiti in attività di comunicazione potevano essere spesi solo ed esclusivamente per quel genere di attività.

Infine un dato che forse al consigliere sfugge: il governo regionale negli ultimi 5 anni ha messo a disposizione degli enti locali decine di milioni di euro per i centri comunali di raccolta, per le attività e le attrezzature per la differenziata e per la dotazione impiantistica. Parliamo di quasi 70mln di euro: i destinatari di quei fondi, ad oggi, non sono riusciti a spenderne neppure 10”. Così l’Assessore alla Qualità dell’Ambiente della Regione Puglia, Lorenzo Nicastro.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi