Cronaca
"Nella giornata di domenica 17 aprile i cittadini saranno chiamati alle urne per decidere se abrogare o meno la norma legislativa che estende"

Rendine “Nasce a Cerignola Comitato SI referendum per dire NO a trivellazioni”

"È fondamentale VOTARE SI per dire no ad un modello energetico fondato sulle energie fossili e puntare, invece, ad una piena transizione a fonti energetiche pulite e rinnovabili"

Di:

Cerignola. Nella giornata di domenica 17 aprile i cittadini saranno chiamati alle urne per decidere se abrogare o meno la norma legislativa che estende, senza limiti di tempo, alle società petrolifere le concessioni per la ricerca e l’estrazione di gas e petrolio entro le 12 miglia marine. È fondamentale VOTARE SI per dire no ad un modello energetico fondato sulle energie fossili e puntare, invece, ad una piena transizione a fonti energetiche pulite e rinnovabili.

Pertanto, al fine di dare una completa informazione ai cittadini ed una massima divulgazione al quesito referendario, a Cerignola abbiamo fondato, insieme ad un gruppo di amici, un Comitato promotore che ha trovato già l’adesione di tantissime persone e di svariate associazioni operanti sul territorio, con la certezza che tante altre ne condivideranno gli obiettivi. Riuniamo e ci apriamo all’impegno di chiunque (indipendentemente da quale possa essere la propria impostazione culturale, politica, etica e religiosa) sia convinto, difendendo il proprio diritto di scegliere, della necessità di votare SI: perché non ritiene nemmeno lontanamente ipotizzabile correre il rischio di mettere in pericolo il mare per qualche barile; perché è consapevole che una seppur minima perdita di petrolio sarebbe un disastro non solo per l’ecosistema marino, ma anche per l’economia e per la salute di tutti i cittadini; perché gli idrocarburi non risolverebbero i problemi energetici del nostro paese e non ne costituiscono la propria ricchezza; perché gli eventuali vantaggi gioverebbero solo ed esclusivamente alle compagnie petrolifere. Ciò in attesa che la Corte Costituzionale decida sull’ammissibilità degli ulteriori due quesiti riguardanti il cd. “piano delle aree” e la durata dei titoli sulla terraferma.

Per farlo ci siamo dotati di una sede che verrà inaugurata nei prossimi giorni e che sarà il centro catalizzatore di tutta una serie di iniziative di cui la cittadinanza sarà tempestivamente informata.

(Mario Rendine – Consigliere Comunale Cerignola)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This