ManfredoniaMonte S. Angelo
"Tutto è partito da un salvadanaio. Tutto è partito da quel suono di soldo caduto in quel salvadanaio"

Monte, faro di solidarietà, a parte tutto

"Solidarietà a favore della concittadina Elena e per esprimere qualcosa di diverso con il giuoco del calcio"


Di:

Monte Sant’Angelo – Un evento che ha ricostruito 50 anni di storia, la nostra storia. Quello che si è svolto ieri presso lo stadio comunale di Monte sant’Angelo è stato un evento dalle tante sfaccettature, tutte belle e tutte da ricordare. Tante persone che dopo anni si sono riviste per giocare insieme, proprio come facevano parecchio tempo fa. Ma questa volta non per sfidarsi per vincere un premio, bensì per dare un premio. Difatti l’occasione è stato l’evento per conferire solidarietà a favore della nostra concittadina Elena e per esprimere qualcosa di diverso con il giuoco del calcio.

Monte S. Angelo è un periodo che grazie agli impulsi ricevuti da alcune persone si è riscoperta solidale. A dir la verità lo è sempre stata, anche se affievolita. Un noto sacerdote locale diceva qualche settimana fa: «Monte S. Angelo sarà il faro della solidarietà della diocesi». Chissà che la predizione non si avveri? Scriveva ieri Antonio Rinaldi su Facebook, a margine della partita «Tutto è partito da un salvadanaio. Tutto è partito da quel suono di soldo caduto in quel salvadanaio».

Ciononostante una cosa ci ha lasciato molto perplessi: come mai non c’è stato il coinvolgimento dell’Assessorato allo Sport? Tutti sappiamo cosa ha fatto negli ultimi anni per il calcio l’Assessore Michele Ferosi. Chissà che leggendo queste righe lo stesso non voglia intervenire. Noi lo esortiamo perché la replica va data a tutti e principalmente a chi si è sempre ben adoperato per la nostra Monte. La cifra raccolta non è stata esigua. Ben 2.079,00 euro l’incasso dello stadio, che riempiono quel salvadanaio di Telethon per la ricerca sulle malattie rare.

Un grande grazie va dato ad Angela Salcuni, referente locale di Telethon, al gruppo “Amici di Elena” che ha creduto nell’iniziativa.
Giusto per la cronaca ricordiamo l’escalation degli eventi a favore di Elena:
– Salvadanio (ci dicono nato per caso);
– Centro Sociale S. Michele Arcangelo con due serate;
– Music Terapy e Spettacolo Teatrale della Compagnia l’Airone;
– Il Calcio per Elena organizzato dall’ASD MONTE S. ANGELO CALCIO.

Sempre ieri, scriveva la mamma di Elena su Facebook: «Non conosco sensazione più strana…emozioni…di gratitudine… di tristezza…legata alla gioia di avere tanta gente che condivide questo dolore con noi….tanto amore per te Elena… Tante cose belle per te…guerriera mia… ». Una frase che racchiude tutto. Un grazie va a tutti quelli che in piccolo o in grande hanno reso questa città una “mamma” per la piccola Elena e per i tanti bambini cui va un bacio da parte dei cittadini di Monte Sant’Angelo.

G R A Z I E !!!

(di Redazione newsGargano)

Monte, faro di solidarietà, a parte tutto ultima modifica: 2015-04-06T16:11:16+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi