FoggiaManfredonia
«La prevenzione comincia dalle vostre aule, e il nuovo Coni questo argomento lo sta aggredendo»

Alimentazione, sport e salute, vantaggi e rischi in un convegno

Nello specifico saranno trattati gli effetti di un'alimentazione equilibrata in contrapposizione alle diete "fai da te" e saranno illustrate le conseguenze, a breve e lungo termine

Di:

Foggia. Un tema di stringente attualità al centro del convegno organizzato dall’Area Medica dell’Associazione studentesca Area Nuova dell’Università di Foggia, in programma sabato prossimo (9 aprile) presso l’aula magna del Dipartimento di Giurisprudenza in largo Papa Giovanni Paolo II a Foggia (a partire dalle ore 8,30). Alimentazione, Sport e Salute – I fattori determinanti la prestazione sportiva: vantaggi e rischi: questo il titolo dell’evento il cui programma, davvero molto ambizioso – verrà rilasciato 1 CFU ai partecipanti – ha ricevuto, tra gli altri, il patrocinio del CONI proprio per la specificità dei temi e delle prospettive della discussione che si prefigge di affrontare, con l’ausilio dei migliori specialistici disciplinari. «Abbiamo voluto dare dignità e risalto scientifico a un tema trattato spesso superficialmente, con l’obiettivo di presentarlo con un approccio metodologico scientifico. Con questo intento – argomenta Roberto Facchino, studente dell’Università di Foggia, rappresentante di Area Nuova e Presidente del Comitato Organizzatore – abbiamo coinvolto i nostri docenti nel dibattito sul nesso tra alimentazione, sport e salute e sui disagi legati, paradossalmente, ai primi due quanto ci si affida all’iniziativa personale. Nello specifico saranno trattati gli effetti di un’alimentazione equilibrata in contrapposizione alle diete “fai da te” e saranno illustrate le conseguenze, a breve e lungo termine, che gli integratori energetici e le vere e proprie sostanze dopanti hanno sulla salute degli individui e le implicazioni giuridico-penali. La scelta dell’argomento è seguita a un confronto con gli studenti, di cui cerchiamo di intercettare le esigenze e le curiosità, come in questo caso e come abbiamo sempre fatto in passato».

Di particolare interesse, infatti, tra gli altri interventi quello dell’Assessore allo Sport per Tutti della Regione Puglia l’avv. Raffaele Piemontese che racconterà come il massimo ente territoriale sta affrontando, anche da un punto di vista pedagogico, la lotta allo sport indotto e agli abusi di stimolanti introdotti anche a livelli amatoriali da parte di alcune società sportive evidentemente senza scrupoli; quello del Presidente del Cus Foggia dott. Claudio Amorese; quello del Preside della Facoltà di Medicina prof. Nicola Delle Noci; della dott.ssa Anna Valenzano del Dipartimento di Medicina clinica e sperimentale che parlerà di “Alimentazione e Sport”; del dott. Marco Arpino Schoch, dirigente nazionale del Coni che parlerà della “Tutela della salute nello sport”. Una provocazione, sostanzialmente, quella lanciata degli studenti di Area Nuova, che da un lato fanno notare che il messaggio che storicamente si vuol far passare alle nuove generazioni è quello che «la vera rivoluzione salutista passa solo per lo sport» e dall’altro mette in guardia «dall’abuso di prestazioni e di sostegni»: le due facce dello sport, che rappresenta la grande ancora di salvezza della salute pubblica e che al tempo stesso sembra non saper fare a meno degli eccessi. «Per questo abbiamo deciso, insieme ai ragazzi, di puntare forte sulle conseguenze che una cultura sbagliata dello sport può causare – spiega il prof. Cristoforo Pomara, associato di Medicina legale e Delegato alla Ricerca scientifica dell’Università di Foggia – a cominciare dal sistematico ricorso agli anabolizzanti per può indurre in una specie di assuefazione che può rivelarsi molto pericolosa, materiale e rilievi scientifici che stanno alla base degli studi che l’Istituto di Medicina Legale dell’Università di Foggia ha condotto e che sono valsi uno dei FIRB (Programma “Futuro in Ricerca”, NdR) più importanti che siano mai stati vinti da questa Università dell’importo di oltre 800mila euro. Gli studenti di Area Nuova hanno fatto bene a organizzare questa importante occasione di crescita e di confronto, a cui sarebbe molto utile che prendessero parte tutti gli studenti di Area Medica poiché l’argomento contempla così tante implicazioni scientifiche e didattiche che i ragazzi non potranno che trarne giovamento».

Oltre ad Area Nuova, che l’ha organizzato, il convegno Alimentazione, Sport e Salute si avvale inoltre dei patrocinii dell’Università di Foggia, del Cus Foggia e del Comune di Foggia oltre a quello molto prestigioso del Coni che ha premiato gli sforzi organizzati degli studenti dell’Università di Foggia. Molto apprezzato il messaggio fatto pervenire agli studenti di Area Nuova dal Presidente del Coni dott. Giovanni Malagò, che in una lettera – che verrà letta in apertura dei lavori – ha scritto «negli ultimi due anni il numero degli italiani che svolgono un’attività motoria è tornato a crescere (…) ma ai nostri giovani va spiegata l’importanza che uno stile di vita corretto e un’alimentazione equilibrata hanno nel contrastare la sedentarietà e l’obesità (…). La prevenzione, quindi, inizia da queste vostre aule, e il nuovo CONI questo argomento lo sta aggredendo proprio a partire dalle scuole e dalle università».



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This