Cronaca

Nichi non perdona Sgarbi: “Lo querelo”


Di:

Vittorio Sgarbi

Foggia – Dichiarazione del Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola: “Ho dato mandato ai miei legali, in seguito alle farneticanti girandole di insulti con i quali sono stato aggredito dall’on.le Sgarbi nel corso di una conferenza stampa, di assumere tutte le opportune iniziative legali a tutela della mia persona e del mio ruolo pubblico”.

Introna: “Sgarbi dimentica la militanza antimafia di Vendola” . “A differenza del nostro buon vino, Sgarbi non migliora col passare del tempo, anzi, invecchiando peggiora e smarrisce il senso della misura”. È il commento del presidente del Consiglio regionale della Puglia, Onofrio Introna, alle parole del curatore del Padiglione Italia nella Biennale, definite “insulti” dal presidente della Regione Nichi Vendola.
Presentando in una conferenza stampa a Bari gli artisti pugliesi ospiti della prossima rassegna veneziana, Vittorio Sgarbi ha espresso apprezzamenti censurabili nei confronti del governatore pugliese. “Stanche e ripetitive cantilene di cattivo gusto”, osserva Introna, che sulle accuse contro la politica energetica regionale, che privilegia le fonti alternative e l’eolico, aggiunge: “L’ira ha fatto dimenticare probabilmente che Vendola ha dedicato gran parte della sua attività politica a combattere la mafia e le degenerazioni della criminalità organizzata. Se Sgarbi è così esperto di ‘mafiosità’ e di intrecci con la malavita, metta la sua competenza a disposizione degli inquirenti e tutti ne ricaveremo un vantaggio in termini di legalità”.
“Intanto, però, sarebbe sensato evitare di offendere ulteriormente il buon senso e l’intelligenza degli italiani e soprattutto dei pugliesi”.

Godelli replica a dichiarazioni Sgarbi su Biennale. L’assessore al Mediterraneo e Attività Culturali, Silvia Godelli, ha diffuso la seguente nota: “La Biennale di Venezia indice manifestazioni decentrate in onore del 150 esimo dell’Unità d’Italia e Sgarbi perde il controllo (diciamo…) perché la Regione Puglia non vi partecipa! Improvvisamente dimentico della pur recente presenza di Vendola alla manifestazione ufficiale di Valle Giulia a Roma, a cui la Puglia ha partecipato con la sua storia gloriosa e con le testimonianze del contributo dato alla storia del Paese, Sgarbi intende una iniziativa periferica come quella tenutasi a Bari come il “Centro della Storia”, solo perché per coordinarla è stato incaricato lui. Insulti, accuse, parole deliranti, vere e proprie contumelie proferite con il solito “stile” di Sgarbi, ferito evidentemente da un improbabile sentimento di “lesa maestà” che gli fa dire, senza un minimo di senso del ridicolo e neppure del pudore, che il comportamento di Vendola è anti italiano, per poi sconfinare in imputazioni di “criminalità istituzionale”, nella più inverosimile confusione tra arte contemporanea, Unità d’Italia, e…pale eoliche!

Nichi non perdona Sgarbi: “Lo querelo” ultima modifica: 2011-05-06T20:54:58+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This