Manfredonia

Proiettili nella busta, gli incendiano il portone. Tentata estorsione: fermati 2 minori (V)


Di:

Monte Sant’Angelo – COMPLESSIVAMENTE due gli arresti effettuati ieri a Monte Sant’Angelo, in seguito ad una tentata estorsione ai danni di un imprenditore del centro. Si tratta di due minori.

I FATTI, NELLA BUCA DELLE LETTERE DELL’UOMO UN PROIETTILE IN SEGNO DI MINACCIA, POI L’INCENDIO – Lo scorso gennaio in Monte Sant’Angelo, un imprenditore del centro ha denunciato presso la locale Stazione Carabinieri un tentativo di estorsione: nella buca delle lettere della propria attività, aveva rinvenuto una busta contenente un proiettile di pistola e uno scritto anonimo con minacce di morte indirizzate anche alla famiglia, in caso di mancata consegna di duemila euro; modalità e tempi erano descritti nella missiva. A seguito della denuncia venivano immediatamente poste in essere misure di vigilanza e protezione nei confronti dell’imprenditore e dei prossimi congiunti; quindi i militari del Nucleo Operativo dei Carabinieri di Manfredonia, di concerto con i Carabinieri di Monte Sant’Angelo, grazie anche alla necessaria collaborazione del denunciante, avviavano scrupolose e approfondite indagini tese all’identificazione dei responsabili. Le attività si sono svolte per più giorni, mediante incessanti servizi di osservazione e controllo, con l’ausilio anche di strumentazione tecnica, aspettando un passo falso dei malfattori e curando sempre l’incolumità del cittadino. I primi di febbraio un altro avvertimento: viene incendiata la porta di ingresso dell’ ufficio della vittima, fatto che ha un notevole impatto psicologico sull’imprenditore, il quale resta tuttavia fiducioso sull’operato dei Carabinieri, che sono vicini giorno e notte.

L'esterno del portone incendiato dai minori (ST)

Le indagini, condotte a ritmo serrato e con meticolosità certosina, consentivano agli investigatori di raccogliere chiari e concordanti elementi di prova tali da poter chiedere al Tribunale per i Minorenni di Bari la custodia cautelare nei confronti di due giovani, compiutamente individuati quali i responsabili della tentata estorsione e dei connessi reati di danneggiamento seguito da incendio e detenzione abusiva di armi (i proiettili contenuti nella lettera minatoria). Quindi l’epilogo: i due rei, un diciassettenne e un diciottenne di Monte Sant’Angelo, venivano sottoposti alla misura cautelare emessa dal GIP dei minori di Bari, venendo tradotti presso due diverse comunità educative.

“Certo questo non restituirà la serenità all’imprenditore ed alla sua famiglia, pero consentirà loro di verificare di aver ben riposto la propria fiducia nell’Arma e nello Stato, denunciando quanto subito”, dicono le forze dell’ordine. “Ciò a dimostrazione che la denuncia e la collaborazione con le Forze dell’Ordine costituiscono l’unica e naturale via di uscita in situazioni di tal genere: è inutile pensare di far cosa opportuna piegandosi alle richieste di malfattori e parassiti, entrando in un circolo vizioso che porta ad essere vittime (ed artefici) di illegalità. Il rischio maggiore è decidere di pagare, iniziando così a percorrere una strada obbligata e a senso unico, lastricata di vessazioni e bocconi amari. Altra considerazione merita anche la giovane età dei responsabili: due poco più che adolescenti che si affacciano alla vita, intraprendendo il proprio cammino di maturità con una scelta profondamente errata: la via del crimine. I motivi? Forse la ricerca di soldi facili con poca fatica, forse i cattivi esempi, forse condizioni familiari poco agevoli”.

Difatti, Monte Sant’Angelo è un centro segnato nel tempo da gravi episodi delittuosi, “ma è anche il luogo dove tantissimi giovani hanno deciso di non rassegnarsi a questo stato di cose e voltare pagina, restituendo dignità ed onore al proprio paese e speranza al proprio domani”.

IL TENENTE A.STANIZZI: “L’OMERTA’ ? E’ PRESENTE NEL TERRITORIO, MA COME CARABINIERI NE PERSEGUIAMO LO SGRETOLAMENTO”


Redazione Stato, riproduzione riservata

Proiettili nella busta, gli incendiano il portone. Tentata estorsione: fermati 2 minori (V) ultima modifica: 2011-05-06T14:02:48+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This