Manfredonia
Comunicati, interviste, comizi sembrano perdere vigenza all'indomani delle urne

Amministrazione Manfredonia, cosa sarebbe in programma per i prossimi 5 anni (I)

Doveroso ricordare agli elettori il programma della coalizione che si appresta a 'guidare' l'Amministrazione comunale di Manfredonia

Di:

Manfredonia – PAROLE, annunci, promesse precedono spesso un’elezione. Comunicati, interviste perdono valenza all’indomani delle urne. Campagne contro, note pro, riduzione dei balzelli: il giorno susseguente i risultati sembra fungere da panacea di ogni elucubrazione mentale. Ecco allora terminare gli attivismi e con essi i proclami, le speranze, i banchetti, le missive ai fedeli (vergogna) e le voglie (irritanti se legate alla realizzazione) di profondi cambiamenti.

Il leader dei 5 Stelle Grillo ha ripetuto spesso nei post: “La rete non dimentica“. Certo. Può darsi. Ma forse neanche gli annali e le memorie scritte.

Doveroso ricordare agli elettori il programma allora della coalizione che si appresta a ‘coordinare’ (che sta coordinando,ndr) le azioni dell’Amministrazione. Durata: 5 anni, nonostante si sia ipotizzata una durata inferiore (in primis per le Politiche del 2018).

Molti probabilmente dei 22.100 cittadini che hanno espresso la propria preferenza per il centrosinistra conosceranno il programma per le Amministrative. Sarà pertanto una ripetizione. Come dei compiti a casa (dopo,ndr) le vacanze estive. Ma in (seguito ai,ndr) dati finali, doveroso rivolgersi a quanti di quei 13.278 elettori hanno espresso una preferenza diversa e a quanti si sono astenuti o hanno votato in maniera astratta.

La città innovativa (PROGRAMMA COALIZIONE DI CENTROSINISTRA “MANFREDONIA 2020” PER L’AMMINISTRAZIONE 2015-2020)
1. Per affrontare le sfide del nostro tempo e preparare il futuro, proponiamo l’idea della città solidale e innovativa che valorizza le vocazioni del territorio per generare sviluppo locale.
2. Per realizzare il progetto della città che include e innova, proponiamo un accordo con il mondo del Lavoro, dell’Impresa, della Scuola e dell’Università, per diffondere conoscenze e saperi, produrre idee e acquisire competenze, divulgare cultura organizzativa e cultura digitale per incrementare produttività e valore aggiunto del sistema locale.
3. Particolare attenzione rivolgiamo alla partecipazione dei cittadini che intendiamo promuovere incoraggiando le occasioni di confronto. Nostro proposito, pertanto, è ampliare il coinvolgimento di tutte le realtà associative presenti nella nostra comunità, garantendo condivisione delle scelte, in un contesto di trasparenza amministrativa.
4. Con il presente programma vogliamo potenziare i punti di forza del territorio e ridurne le debolezze progettando interventi in campo sociale, culturale,economico.
5. Nell’ambito del nuovo ciclo dei fondi strutturali e d’investimento europei (Fondi SIE), 2014-2020, cercheremo, pertanto, di attivare tutte le fonti difinanziamento disponibili a livello europeo, nazionale, regionale e locale per raggiungere i seguenti Obiettivi: migliorare l’efficienza della pubblica amministrazione; promuovere l’inclusione sociale e ostacolare povertà e discriminazioni; rafforzare l’istruzione, la formazione professionale e l’apprendimento permanente; promuovere l’artigianato; favorire il trasferimento di competenze tra generazioni; preservare e tutelare l’ambiente; sostenere la competitività delle piccole e medie imprese, del settore agricolo, del settore ittico e dell’acquacoltura; migliorare l’accesso e l’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione; dare valore all’identità locale.
6. Con il LIST(Laboratorio per l’Innovazione e lo Sviluppo del Territorio) intendiamo partecipare a progetti innovativi, cofinanziati con i fondi strutturali, cui chiamiamo a collaborare esperti esterni per futuri eventuali incarichi di progettazione e rendicontazione. Nell’ottica del rilancio del LIST si ritiene
necessario vincolare le risorse da destinare a cofinanziamento, stimandone l’importo presuntivo sulla base di giudizio di previsione circa l’andamento diemanazione e pubblicazione delle misure dei Fondi
strutturali.
7. Applicando il principio del partenariato, quale valore aggiunto della politica di coesione europea, realizziamo collaborazioni:
8. con Antenna PON R&C Puglia, organismo di partenariato che contribuisce alla creazione di una rete dei Punti di Informazione in materia di Comunicazione su Fondi strutturali, di Animazione territoriale per la Ricerca e l’Innovazione e di Progettualità partecipata nell’ambito delle smart communities promosse attraverso una delle misure del P.O.N.“Ricerca e Competitività”(PON “R&C”);
9. con l’Università di Bari per il nuovo progetto “Europe Direct Puglia”della Rete informativa dell’UE per fornire assistenza mirata su normativa, programmi di finanziamento e d’azione, sovvenzioni e gare d’appalto;
10. con il GAL Daunofantino per nuovi progetti nei settori dell’ agricoltura e del turismo;
11. con il GAC Gargano Mare per nuovi progetti nel settore della Pesca.

12. Intendiamo sostenere il sistema agro-alimentare locale nella competizione con le produzioni estere, aiutando gli agricoltori e i pescatori nel reperimento di finanziamenti europei per la valorizzazione delle produzioni e la promozione di filiere corte, che da un lato producano reddito e dall’altro promuovano un consumo dei prodotti locali. Specifiche forme di finanziamento per lo sviluppo di attività complementari, quali agriturismo, pesca-turismo, itti-turismo, potrebbero integrare e diversificare le fonti di reddito.
13. Realizziamo, in collaborazione con l’Autorità portuale di Manfredonia, il progetto “Manfredonia pesca” per il miglioramento, nell’area portuale, dei servizi a terra, della sicurezza dei pescatori, delle condizioni di sbarco e deposito del pescato. Attuiamo i Piani di autogestione nel Golfo di Manfredonia, in collaborazione con le categorie, per la soluzione delle problematiche riguardanti impiego di attrezzature e tipologia del pescato.
14. Per promuovere occasioni di sviluppo, creare un ambiente favorevole alla competitività e alla cultura
imprenditoriale, diffondere buone pratiche,vogliamo realizzare un “Incubatore d’Impresa” in grado di sostenere nuove iniziative imprenditoriali nella fase di avvio. Tale struttura fornirà spazi logistici, servizi di consulenza, strumenti di conoscenza alle micro e piccole imprese, anche artigianali, che siano a prevalente conduzione di soggetti in cassa integrazione, in mobilità; di giovani; di donne.
15. Nel quadro della rimodulazione degli interventi per l’economia locale, a partire dall’a.s. 2015/2016 presso l’ITEG Toniolo di Manfredonia abbiamo richiesto e ottenuto l’apertura della sezione staccata dell’Istituto Alberghiero di San Giovanni Rotondo. Si tratta delle prime due classi dell’indirizzo
enogastronomico e alberghiero. Nostro intento è la nascita di un Istituto Alberghiero autonomo a Manfredonia.
16. Per agevolare la mobilità delle persone e il trasporto delle merci, realizziamo il progetto “treno tram”, previsto dal “Piano Regionale dei Trasporti”, per incrementare il trasporto pubblico su ferro migliorando l’efficienza e la sostenibilità ambientale del servizio. Il treno Foggia-Manfredonia, da Siponto, dove è in corso la costruzione della nuova stazione, diverrà tram urbano con fermate intermedie, attraversamenti dei binari a livello del piano stradale, capolinea a Piazza Marconi.
17. Rivendichiamo, nel “Piano strategico nazionale della portualità e della logistica”, la valorizzazione e
l’inserimento nel sistema delle Autostrade del mare, del Porto di Manfredonia, uno dei pochissimi in Italia ad essere collocato al di fuori dell’area urbana, con disponibilità di ampie aree retro portuali, direttamente collegato alle reti autostradale e ferroviaria.
18. Per far divenire il Porto Alti Fondali lo scalo della Capitanata, sosteniamoil progetto per il ripristino dello scalo ferroviario Frattarolo – Porto Alti Fondali in continuità con il sistema di Connessione ferroviaria Polo Incoronata (FG) – Polo porto”, chesi integra con il progetto “treno-tram”.
19. Per agevolare gli investimenti e semplificare gli adempimenti, abbiamo attivato lo Sportello Unico per Attività produttive SUAP che si avvale del supporto della CCIAA di Foggia. Sul portale è possibile consultare l’elenco dei procedimenti di competenza del SUAP e dunque compilare, firmare e inviare una pratica per l’avvio o l’esercizio di un’attività nel territorio del Comune.
20. Dopo aver ottenuto per la nostra città l’attribuzione di Zona Franca Urbana, abbiamo fornito alle
imprese i riferimenti della perimetrazione e delle procedure di attuazione. All’importo stanziato e concesso nel 2014 fa seguito l’ulteriore dotazione finanziaria per il 2015/2016.

21. Vogliamo realizzare per Manfredonia le condizioni affinché divenga, nel suo insieme, “città intelligente” (smart city) “nella consapevolezza che le tecnologie possono produrre prosperità e benessere soltanto se sono al servizio di un’idea di città che sappia esaltare la vocazione economica del territorio” (IATE, Banca dati terminologica dell’Unione europea) .
22. Con il ricorso ai fondi del Programma “Agenda digitale Europea” proponiamo la realizzazione di una infrastruttura tecnologica che rilanci l’economia e aiuti i cittadini, faccia dialogare persone e oggetti, integrando informazioni e generando intelligenza, producendo inclusione e migliorando la vita quotidiana, ampliando gli spazi della democrazia e facendo partecipare i cittadini ai processi decisionali.
23. Intendiamo utilizzare le tecnologie dell’informazione al servizio della città nelle sue diverse
dimensioni, considerandola un sistema in grado di sostenere e attuare l’innovazione. Attuiamo pertanto le condizioni di governo, infrastrutturali e tecnologiche, per far fronte ai problemi sociali legati alla crescita, all’inclusione e alla qualità della vita attraverso l’ascolto e il coinvolgimento dei diversi attori locali: cittadini, imprese, scuole, associazioni, famiglie.

24. Vogliamo realizzare la “smart governance” promuovendo l’apertura dei dati, la semplificazione dei processi e il miglioramento della qualità dei servizi erogati, con un’attenta riduzione dei costi a partire dalla necessità di informatizzare i servizi demografici, con rilascio di certificazioni on line.
25. L’obiettivo è mettere in atto la trasparenza delle procedure e rendere disponibile sul web
l’espletamento delle stesse.
26. Abbiamo istituito l’Albo Pretorio on line, tramite il quale è possibile visionare tutti gli atti
dell’Amministrazione sul sito del Comune.
27. Dopo aver offerto alla cittadinanza hot-spot Wi-Fi per la navigazione pubblica in rete senza fili, ora
Manfredonia è interessata dalla posa di cavi in fibra ottica per cui, tra pochi mesi, privati cittadini, imprese, amministrazioni potranno fruire diconnessioni stabili e veloci grazie allarete di nuova generazioneche Telecom Italia sta installando, ulteriore passo verso la realizzazione della “smart city”.
28. Abbiamo fornito il servizio di connettività internet senza fili anche a Borgo Mezzanone e alle frazioni di Montagna oltre a realizzare interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria di edifici, strade e luoghi pubblici.
29. Proroghiamo al 30 giugno 2018 i contratti in essere del servizio di trasporto pubblico locale e, con
incentivi regionali, introduciamo innovazioni organizzative e tecnologiche ai fini dell’efficienza e dell’estensione del servizio ai nuovi comparti CA, alla Riviera Sud, alla Frazione Montagna; oltre ad attuare un sistema sulla infomobilità fornendo agli utenti una “app” per la geolocalizzazione dei mezzi.
30. Realizziamo una piattaforma webche consente ai genitori degli alunni delle 19 scuole, dell’infanzia e primarie, del Comune di essere aggiornati in tempo reale sulla refezione scolastica. Ad ogni alunno iscritto al servizio è assegnato un codice personale di identificazione (codice PAN), al quale sono associati tutti i relativi dati. Il nuovo sistema pre-pagato (School-card) permette di gestire, con le tecnologie informatiche, la prenotazione giornaliera dei pasti nelle scuole, di effettuare i pagamenti e di informare in tempo reale le famiglie.
31. Vogliamo consentire a bambini e ad anziani di riappropriarsi del territorio, per stimolare i più piccoli a relazionarsi con persone della terza età e agevolare, nel contempo, l’invecchiamento attivo. Abbiamo approvato, pertanto, il progetto per la realizzazione di orti sociali e di una ludoteca all’apertonel parco di Piazzale Brunelleschi, nel Primo Piano di Zona. Tale intervento sarà riproposto in altri ambienti urbani periferici. (I – continua)

(NB: prima pubblicazione il 7 giugno 2015)

Redazione Stato,ddf@riproduzioneriservata

Amministrazione Manfredonia, cosa sarebbe in programma per i prossimi 5 anni (I) ultima modifica: 2016-05-06T15:43:44+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi