GarganoManfredonia
Nota stampa

Area Popolare: “Zootecnia pugliese in ginocchio, servono interventi concreti”

Area Popolare: “Zootecnia pugliese in ginocchio, servono interventi concreti”

Di:

Roma. Nota del Presidente del gruppo di Area Popolare. “Sono stato facile profeta, nella scorsa consiliatura regionale, nello stigmatizzare e denunciare più volte i rischi derivanti dall’importazione scriteriata e selvaggia dall’estero di prodotti semi-lavorati di dubbia qualità e provenienza, per ricavare prodotti lattiero-caseari da spacciare poi per pugliesi, con tanto di riconoscimento IGP. Un vero e proprio raggiro per i consumatori, e un danno devastante per i produttori locali che hanno invece preferito investire in eccellenza e qualità, e quindi penalizzati da una concorrenza sleale. Questa situazione critica è diventata rapidamente una vera e propria emergenza con il crollo del prezzo del latte alla stalla – del 20 per cento solo negli ultimi tre mesi, secondo un report della Coldiretti – e l’aumento di quello del latte fresco, nel passaggio dalla stalla allo scaffale. Per questo Area Popolare aveva presentato un emendamento al Bilancio di previsione 2016 per garantire un minimo ristoro – 40 euro per ogni bufala o vacca in lattazione, regolarmente iscritta negli appositi registri – e sostenere gli imprenditori pugliesi del comparto in grave affanno, e affrontare la campagna per l’anno in corso con maggiore serenità: ma la nostra iniziativa non ha sortito alcun risultato. Così come nessun risultato ha prodotto l’interrogazione in merito presentata nello scorso febbraio. Ma gli interventi finora messi timidamente in campo si sono rivelati inefficaci, e la firma del presidente Emiliano in calce al ‘Manifesto per l’Etichettatura’ promosso sempre dalla Coldiretti non può certo bastare: per questo torniamo a chiedere un’azione incisiva da parte del Governo regionale per scongiurare il definitivo crollo del comparto zootecnico”.

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This