LavoroManfredonia
Locali in Viale dell'Arcangelo, a due passi dalle acque del Golfo

Bramanthe Manfredonia, “Ecco come si diventa Maestri gelatieri”

Caffè "Bramante" Pasticceria - gelateria, dove inizia la nostra storia iniziano le tue emozioni da assaporare


Di:

Intervista al Maestro gelatiere “in forza” a Bramanthe Manfredonia.

A: Come si diventa Maestro gelatiere?
V: In due modi, o con la gavetta o con l’ Accademia, o corsi per gelatieri che ci sono in giro in tutta Italia.
A: Tu come sei diventato maestro gelatiere?
V: Io con la gavetta, ho fatto esperienze in varie gelaterie, in più ho avuto un’attività per dieci anni che poi ho lasciato al mio socio. Sono stato a Modena, in Emilia, a Bisceglie.
A: Ci vuole passione per questo mestiere?
V: Si, soprattutto quello.
A: Perchè la passione da un gusto diverso al gelato, giusto?
V: Si come in tutte le cose, se ci metti passione, cuore, fai sicuramente qualcosa di buono.
A: Ma tu sei nato con questa passione?
V: si, credo di si, perchè nella mia vita, lavorativamente parlando, ho fatto solo quello, a parte qualcosa in cucina, breve esperienza da ragazzo. Insomma, oltre 18 anni come gelatiere.

A: Come approdi a Bramanthe?
V: A Bramanthe tramite un caro amico che lavora nell’ambito dei semi lavorati, prodotti per gelateria; mi ha messo in contatto con Gerardo e dopo cinque minuti ero assunto.
A: Cosa hai creato di nuovo per Bramanthe?
V: Eh, tanti gusti nuovi. Considera che vantiamo di cinquanta gusti nuovi che a rotazione presentiamo, tra i quali ci sono anche delle “chicche” . Abbiamo riprodotto torte da pasticceria e trasformate in gelati, tipo la “torta austriaca” , che noi chiamiamo la “torta Maria”, ovviamente rivisitata, l’abbiamo fatta nostra.
A: Deve essere forte questa passione se ti porta a essere pendolare?
V: Eh si, ma soprattutto perchè credo nel progetto Bramanthe, nella famiglia Zino, e nelle loro capacità.

A: Cosa proporrai nei prossimi mesi, se possiamo anticiparlo?
V: Allora, abbiamo già proposto il “nocciolato”, praticamente una crema di gianduia e cioccolato bianco variegato con granella di noci piemontesi, che sono tra le migliori al mondo.
Poi un gelato gusto “mandorla” variegato con cioccolato del Perù, con una ganache su una crema di pistacchi di Bronte. Poi, ancora abbiamo rifatto una crema di nocciola con una ganache di gianduia e pezzi di wafer, un gusto molto goloso, che piace soprattutto ai giovani e va tantissimo; è tipo un Rocher ma più buono, perchè sono utilizzati prodotti qualitativamente molto più alti, come tutti i nostri prodotti…
E ne faremo tanti altri in vista dell’estate, con gusti alla frutta e yogurt interi variegati con ganache di frutta.

A: Quindi grandi novità?
V: Si si si, in vista della stagione faremo un banco dedicato per metà gelati alla frutta fresca e per metà yogurt variegati con tortine di frutta. Ovviamente ci adeguiamo alla frutta di stagione e ci organizziamo per creare gusti alla frutta e delle tortine che utilizziamo per variegare dei gusti chiari tipo il “fiori di latte” , “yogurt” e quant’altro con queste salsine di frutta on pezzi di frutta fresca. Poi siamo molto forti ultimamente con il cioccolato, abbiamo vari cioccolati proveniente da varie zone del mondo (cioccolato di Sumatra, cioccolato del Perù, dell’ Isola a São Tomé) e si utilizzano anche fave di cacao, il cuore della fava, per fare un cioccolato vero così come natura lo crea, noi andiamo solo a zuccherarlo per renderlo gelato.

Quindi spatolabile, cremoso, gradevole al palato.

A: Grazie per il tempo dedicato, sappiamo che hai tanto da fare e ti facciamo tanti auguri.

(A cura di Antonio Beverelli, Manfredonia 06 maggio 2017)

(messaggio promozionale)

Caffè Bramanthe Manfredonia “Dove inizia la nostra storia iniziano le tue emozioni”

fotogallery archivio

redazione stato quotidiano.it

Bramanthe Manfredonia, “Ecco come si diventa Maestri gelatieri” ultima modifica: 2017-05-06T11:31:56+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
16

Commenti

  • Al bramanthe il gelato e molto buono ma quello che lascia desiderare (fuori luogo, grazie,ndr)


  • Anonimo

    Lascia stare,parliamo solo del gelato.Aulisa tutta la vita.


  • Neutrale

    Un locale che manfredonia aveva bisogno!!!!
    Non trovo nulla fuori luogo o che lasci desiderare, tutto al suo posto sopratutto in modo elegante!!!!
    Complimenti a chi lo ha ideato!!!!!
    UN PUNTO DI RIFERIMENTO DELLA PROVINCIA!!!!!
    Segni di crescita per la città!!!!!


  • Anonimo

    Volevo segnalare a RED.che girano in Manfredonia delle ragazzine di età tra i 15 e 17 anni addescatrici di professione nonché ladre abituali vorrei che i cittadini stessero in guardia specialmente anziani persone poco autonome donne incinte,loro prendono di mira i più deboli qualunque sospetto avvisate le forze dell’ ordine.Grazie e fate girare rendete pubblica la notizia.


  • Nino Di Giovanni

    Spogliatoio dei sentimentalismo, anche io non rinuncio mai alla cassata di Tommasino, alla ricotta targata di Aulisa. Però quando ha aperto Frullati di Frutta mi sono sbizzarrirsi in tutti quei gustosi gelati alla frutta. Ora ci sono tante novità, ci sono le nuove generazioni di Gualtieri. Perdonatemi la presunzione, ma Bramanthe rappresenta una eccellenza pugliese e senza togliere meriti agli altri che comunque fanno ottime specialità


  • asdf

    Ma è stato assunto da quando? ho acquistato il gelato vicino all’inaugurazione ed è stato l’unico gelato della mia vita che ho buttato e che mi si è messo sullo stomaco. Spero che la qualità sia migliorata col suo arrivo.


  • Franco Stipo

    Ci sono delle eccellenze che ci distinguono. Bramanthe è una di queste


  • bla bla

    A U L I S A per tutta la vita. Non ha rivali.
    E non teme rivali…ennesimo sfarzo inutile..in un paese come manfrednoia…per non parlare di Tommasino dove bisogna fare la fila di ore per un gelato…ridicoloooo
    Ma dateli un chiosco piu grande che cavolo….dal Bramante si spreca lo spazio…e da Tommasino bisogna aspettare sulla strada per un gelato..che in 10 secondi é bello é sciolto…..


  • Legnasanta

    Ci sono quelli che per tutta la vita hanno mangiato pane e cicoria e non hanno mai assaggiato la lasagna al forno. Su 50 gusti di gelati ci sarà uno che gradisci di più. Mi ricordo Pasqualino il castagnaccio che teneva solo tre gusti, ma davanti la scuola ci stava solo lui e quindi potevi prenderti solo 3 gusti oppure il castagnaccio o il bombolone


  • Manfredonia

    Perdonatemi ma fatico a capire il senso di questo articolo a parte la parentela. Trovo decisamente fuori luogo articolo, commenti e tante di quelle boiate lette in poche righe. Ognuno ha la sua storia fatta di esperienze e persone perciò piantatela di denigrare il “sacro” lavoro di gente che da oltre 70 anni hanno fatto la storia di questo paese. PS non si diventa maestro gelatiere a chiacchiere. Saluti


  • Tino Sapiente

    Manfredonia, se non capisci puoi sempre affacciarti da Bramanthe e vedere tutti i gusti e poi provare uno gelato di gradimento (costa come in altre gelaterie). Se ti venisse in mente di criticare lo puoi fare e non tornarci mai più. Sei un uomo libero ed esiste il libero mercato. Bramanthe ha assunto 15 persone e tra questi alcuni gelatieri da Foggia, da Brescia, da Bisceglie e da Bari, cioè specialisti del settore per dare qualche novità in zona. Pure io ho detto subito che accanto ci sono già buone produzioni di gelato artigianale ma Bramanthe intende offrire specialità diverse. Se proprio non trovi nulla che ti soddisfa, prenditi un macaron


  • Peppin u scuriet e maming batt la ping

    Il miglior gelato è stato e sarà quello del leggendario Pasqualino, la formetta al limone e cioccolata era formidabile, il pan di Spagna il migliore al mondo e anche i bomboloni! Erano buoni anche i gelati allo zucchero di pippinella la bidella e della baracchella e gli spassatempi della signora anziana dei cinema impero e Fulgor!


  • anonima

    Ho mangiato il gelato due volte da Bramanthe entrambe le volte non l’ho finito era poco gustoso,ma il gusto è personale,la cosa che non sopporto è lo squallore del locale,che è sito in luogo dove quel lusso non ci centra un cavolo.Schiaffo alla crisi e alla povertà.


  • Mufulus

    E’ vero, Manfredonia si rinnova. Ci sono tanti nuovi gelatieri. Ho scoperto novità di fronte la Lega Navale (credo Bar Marea), in piazza Marconi al bar Impero che ora ha un nuovo gelatiere. Per non parlare delgrandiosoBramanthe che ha una infinità di gusti che non sono riuscito a contare. Meno male che i giovani ci cimentano in questo genere di attività che ci allietano l’esistenza


  • Mufulus

    Per “Peppin u scuriet….” ovvero Peppiniello” mi hai ricordato i deliziatori del palato di tanti anni fa. Hai dimenticato “Ciciriello”


  • fabio

    prezzo per un gelato, acqua e zucchero

    si va da 1.5 euro a 3 con la panna

    acqua e zucchero.

    3euro= 6 mila lire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi