Manfredonia

Borsa del Turismo del Gargano, Falcone: ottima interazione buyers/sellers

Di:

La vice presidente della Provincia B.Consiglio (ST)

Manfredonia/Foggia – “LA Borsa del Turismo del Gargano, ormai giunta alla sua quarta edizione, è un appuntamento che va assumendo sempre più rilevanza nell’ambito delle iniziative dedicate al settore turistico. Un evento che vuole aprirsi sempre di più, a livello nazionale ed internazionale, per rimarcare la centralità del Gargano quale eccellenza turistica che non sia solo locale ma globale. Una manifestazione, dunque, che deve essere sempre più capace di attirare operatori del settore da tutto il mondo e che possiede tutte le caratteristiche per presentarsi, nella sua indubbia valenza, anche al di fuori dei confini provinciali”. E’ quanto affermato dall’assessore provinciale al Turismo, Billa Consiglio, nel corso della conferenza stampa di presentazione della quarta edizione della Borsa del Turismo del Gargano che si terrà dal 10 al 14 giugno in diverse località del Promontorio garganico.

L’iniziativa è promossa dal consorzio “Gargano Mare” di Vieste ed è realizzata in collaborazione con la Provincia di Foggia, l’assessorato regionale al Turismo, il Parco Nazionale del Gargano, il “Gal” Gargano, la società “Aeroporti di Puglia”, i Comuni di Vieste, Peschici, Rodi Garganico, Vico del Gargano, Mattinata e Monte Sant’Angelo e i consorzi turistici “Cotug” e “Gargano Incoming”.

Alla conferenza stampa di presentazione dell’evento, svoltasi stamane nella Sala Giunta di Palazzo Dogana, hanno inoltre preso parte il presidente del consorzio “Gargano Mare”, Rossella Falcone, il direttore tecnico del “Gal Gargano”, Nicola Abatantuono ed i sindaci e gli assessori al Turismo dei Comuni che collaborano alla Borsa del Turismo del Gargano, i quali hanno espresso entusiastico apprezzamento per una iniziativa che, puntando sulla sinergia e la cooperazione interistituzionale, costituisce una ulteriore occasione di valorizzazione dei numerosi patrimoni che il Promontorio possiede e che meritano di essere conosciuti su larga scala.

“Già con le precedenti edizioni della Borsa – ha spiegato Rossella Falcone – si è riusciti a creare un contatto diretto fra gli operatori internazionali della domanda (buyers) e gli operatori dell’offerta turistica locale (sellers) in maniera tale che, avvalendosi di una conoscenza reale del territorio, non virtuale attraverso brochure o siti web, realizzata con educational tour mirati, il Gargano sia presentato nella sua interezza ed eterogeneità”. Le finalità dell’iniziativa sono: sviluppare la conoscenza dell’offerta turistico-ricettiva del Gargano da parte degli operatori della domanda in riferimento ai nuovi mercati; creare opportunità di business per gli operatori dell’offerta turistica locale; rafforzare il posizionamento dell’area sui mercati internazionali prescelti consolidando i rapporti creatisi in occasione delle precedenti edizioni.

La Borsa sarà strutturata in due momenti. Il primo, quello degli educational tour in cui i buyers, con visite guidate ai siti di interesse storico, archeologico, naturalistico approfondiscono la conoscenza di un territorio che garantisce la fruizione di tipologie di vacanze ben differenziate e di possibilità di destagionalizzazione del flussi turistici. Per meglio promuovere il prodotto presso i propri clienti, infatti, gli operatori internazionali soggiorneranno in località diverse dove verranno ospitati dagli operatori turistici locali. Il secondo momento è quello del workshop, la giornata di contrattazione tra i buyers internazionali ed i sellers locali. Per tale attività sono stati selezionati, quest’anno, 30 buyers in gran parte provenienti da: Austria, Svizzera, Germania, Francia, Olanda, Norvegia, Polonia e Inghilterra. Ma anche Paesi come la Russia e l’India saranno presenti alla Borsa. La presenza di buyers russi mira ad indirizzare anche sul territorio del Gargano i turisti che già raggiungono la Puglia con i voli charter Mosca-Bari. L’intervento dei buyers dall’India è finalizzato a cavalcare il successo del film indiano “Housefull” girato lungo le coste garganiche e che tanto ha affascinato le popolazioni indiane.

In questa edizione della Borsa si moltiplicano i momenti di conoscenza diretta del territorio organizzando degli educational tour che porteranno i buyers a soggiornare in due diverse località, per meglio approfondire le peculiarità delle stesse. Si è così aggiunta la visita a Monte Sant’Angelo anche in virtù della particolare rilevanza ottenuta con le designazioni degli Eremi di Pulsano quali “Luogo del Cuore Fai” e della cittadina garganica, con il suo Santuario di San Michele Arcangelo, quale patrimonio dell’Unesco . Si è dunque puntato sulle visite guidate a siti di interesse storico-religioso, archeologico, naturalistico e culturale per presentare un territorio dove sia possibile trascorrere una vacanza in linea con una sorta di turismo emozionale.


Redazione Stato@riproduzione riservata



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Redazione

    Oggetto: Borsa del Turismo del Gargano. I buyers a Monte Sant’Angelo per un educational tour.

    Hanno fatto tappa anche a Monte Sant’Angelo i 32 buyers, provenienti da ogni angolo d’Europa e dalla Russia e che da domenica 10 a mercoledì 13 giugno animeranno la Borsa del Turismo del Gargano. L’evento, giunto alla quarta edizione, è organizzato dal consorzio Gargano Mare di Vieste in collaborazione con Enti pubblici e imprenditori privati e ha l’obiettivo di promuovere il territorio tra gli operatori turistici italiani e internazionali.
    A fare gli onori di casa per l’Amministrazione Comunale di Monte Sant’Angelo c’erano il Vicesindaco, Felice Scirpoli, e l’Assessore al Turismo, Antonio Mazzamurro.
    Gli ospiti hanno dapprima visitato il Castello, guidati da Giuseppe Palumbo, presidente della cooperativa “EcoGargano”, e poi si sono immersi nel silenzio e nella misticità della Basilica di San Michele, guidati dall’ottimo Enrico Liberatore. Ovvio, di fronte alla grotta e al museo lapideo gli ospiti sono rimasti senza parole. Al termine, si sono diretti verso un altro luogo pieno di silenzio e spiritualità, l’Abbazia di Pulsano. Qui si sono intrattenuti per tutto il pomeriggio per il pranzo offerto dell’associazione cuochi di Monte Sant’Angelo.
    “Ancora una volta la nostra città al centro delle attenzioni di coloro che creano e fanno tendenza per il turismo. Il turismo sarà l’asse portante della nostra azione amministrativa per il rilancio economico della città, sostengono Scirpoli e Mazzamurro.

    Continueremo ad investire perché Monte diventi, grazie anche al riconoscimento UNESCO, tappa fondamentale dei flussi turistici che attraversano il Gargano, la provincia di Foggia e la Puglia”. (Fonte: Comune di Monte Sant’Angelo).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi