Foggia
Nelle ore immediatamente successive alla finale d’andata

Foggia aggredito a Pisa, Gerbo in ospedale

Da segnalaew un tentativo di assalto al pullman ospite da parte dei sostenitori locali negli istanti precedenti al match

Di:

Foggia. Vile aggressione ai danni del Foggia Calcio. Nelle ore immediatamente successive alla finale d’andata, persa 4-2 contro il Pisa, stando a quanto riportato dalla società rossonera, i calciatori rossoneri sarebbero stati vittime di un’aggressione prima verbale e poi fisica da parte di alcuni facinorosi pisani. Il tutto sarebbe avvenuto al momento del rientro della squadra presso il Centro Coni di Tirrenia, sede del ritiro dei foggiani: alcuni individui avrebbero avvicinato il gruppo rossonero, mettendo in atto dapprima una serie di intimidazioni verbali e sfottò, per poi passare ad un’aggressione fisica, di cui avrebbe subito i maggiori danni Alberto Gerbo, centrocampista dei Satanelli, trasportato con un occhio nero al pronto soccorso.

Oltre allo sconcertante comportamento tenuto dai delinquenti (chiamarli tifosi sarebbe errato) nei confronti dei calciatori del Foggia, vanno segnalati un tentativo di assalto al pullman ospite da parte dei sostenitori locali negli istanti precedenti al match e lo spostamento dei dirigenti dauni in settore ospiti durante la gara, vista una situazione ostile venutasi a creare in tribuna centrale.

Inevitabile chiedersi in che modo ne escano la città di Pisa, il club nerazzurro e parte dei suoi sostenitori, ovviamente coloro che hanno dimostrato di aver poco a che fare con il calcio giocato, ed in modo particolare quelli che, anziché festeggiare un successo che potrebbe essere fondamentale per l’approdo in B, hanno vigliaccamente trovato modo e tempo di compiere un’aggressione nei confronti degli avversari.

(A cura di Salvatore Fratello, Redazione Stato Quotidiano.it)

Fotogallery vincenzo maizzi



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Il veggente delle grotte di Santa Lucia.

    Foggia – Pisa 3 a 1 al 90° e durante i supplementari 4 a 1! Mantenete la calma Foggiani è tutto già scritto dal destino, non è una città che marcia verso il suo obiettivo supremo ma è tutta la provincia di Foggia, tutto il Gargano e migliaia di Manfredoniani. Calma e sangue freddo, il resto verrà da se.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati