FoggiaManfredonia
Nota stampa

Foggia, dalla Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus 25.000,00 euro per 14 studenti universitari

La cerimonia è relativa al Bando per l'anno accademico 2015/2016

Di:

Foggia. Si terrà Mercoledì 8 giugno 2016, alle ore 11.30, presso l’Auditorium Bruno di Fortunato di Palazzo Ateneo (Via Gramsci, 89-91 Foggia – VI piano), la cerimonia di consegna dei contributi assegnati dalla Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus a studenti dell’Università degli Studi di Foggia che si trovano in condizioni di svantaggio fisico, psichico, sociale, familiare o in difficoltà economica.

A presiedere la cerimonia il Presidente della Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus Ing. Pietro Francesco Maria De Sarlo e il Rettore dell’Università di Foggia Prof. Maurizio Ricci. Saranno altresì presenti: il Consigliere della Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus Dott. Giuseppe Milazzo, il Direttore dell’Area Retail Foggia del Banco di Napoli Dott. Antonio Del Giudice e il Direttore della Filiale del Banco di Napoli di Foggia Ag. 5 Dott. Pasquale Stellacci.

“Un plauso alla Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus e al suo Presidente, Ing. De Sarlo, per questa lodevole iniziativa a sostegno del diritto allo studio che si contraddistingue come concreta manifestazione di sensibilità e di responsabilità sociale nei confronti dei giovani. Grazie a questo progetto, fortemente condiviso e sostenuto dalla nostra Università, gli studenti che si trovano in condizioni di particolare disagio potranno ricevere un aiuto tangibile per continuare il proprio percorso di studio finalizzato al conseguimento della laurea e al successivo ingresso nel mondo del lavoro. – Ha dichiarato il Rettore Prof. Maurizio Ricci. – Vorrei, anche in questa occasione, sottolineare l’impegno della nostra comunità universitaria nella promozione di iniziative, in collaborazione con soggetti pubblici e privati, finalizzate a sostenere la formazione di studenti meritevoli appartenenti alle fasce sociali più deboli. È fondamentale, in un momento di crisi economica così difficile, attuare efficaci politiche per garantire il diritto allo studio, aiutare le famiglie ad affrontare i costi degli studi universitari dei propri figli e, cosa più importante, evitare che il nostro Paese perda talenti e opportunità.”

Destinatari delle borse di studio, di importo compreso tra 1.500,00 e 2.200,00 euro, sono 14 studenti iscritti all’Università di Foggia (selezionati tra i 25 che hanno presentato domanda) che, in base ai criteri stabiliti dal bando di concorso, si trovano in gravi situazioni di disagio economico per un notevole aumento delle spese sostenute o per una notevole diminuzione del reddito a disposizione (disoccupazione, cassa integrazione, fallimento, licenziamento, morte del soggetto principale percettore di reddito con riferimento ai componenti dell’intero nucleo familiare), o sono stati colpiti da patologie gravi, o fanno parte di un nucleo familiare con un membro affetto da patologia grave.

Il Presidente della Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus – Ing. Pietro Francesco Maria De Sarlo – ricorda che l’intervento è finalizzato a sostenere il diritto allo studio, previsto dalla Costituzione ma per molti ancora oggi non praticabile, e rappresenta un piccolo segnale della necessità di rimettere in moto l’“ascensore sociale” fermo da troppo tempo in Italia. “Ci rendiamo conto che rispetto alle necessità il nostro intervento è solo una goccia nell’oceano, ma, come direbbe Maria Teresa di Calcutta, quello che noi facciamo è solo una goccia nell’oceano, ma se non lo facessimo l’oceano avrebbe una goccia in meno”.

La cerimonia è relativa al Bando per l’anno accademico 2015/2016, scaduto il 10 febbraio us.



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Ninetta

    Un bella e lodevole iniziativa.La condivisione è d’obbligo per far vivere le persone!
    Complimenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati