Manfredonia
Un uomo ha spiegato ai Carabinieri di aver rinchiuso nel bagno, in attesa del loro arrivo, la compagna rumena

Mattinata, dopo aver aggredito i conviventi se la prende con i carabinieri: arrestata

Dumitru è stata accompagnata, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, nel carcere di Foggia

Di:

Manfredonia, 6 giugno 2017. I Carabinieri della Compagnia di Manfredonia, nello specifico quelli della Stazione di Mattinata, hanno tratto in arresto in flagranza di reato la 43enne rumena Adriana Dumitru per resistenza a Pubblico Ufficiale. Nella tarda serata di sabato scorso una pattuglia dei Carabinieri di Mattinata è intervenuta, su disposizione della Centrale Operativa della Compagnia di Manfredonia, presso un’abitazione dove era stata segnalata una violenta lite.

I Carabinieri, immediatamente giunti sul posto, hanno trovato ad attenderli nell’appartamento indicato un uomo che, con i suoi due figli, ha spiegato loro di aver rinchiuso nel bagno, in attesa del loro arrivo, la compagna rumena che, in forte stato di alterazione dovuto anche all’assunzione di alcolici, aveva dapprima minacciato con un coltello e poi aggredito tutti e tre.

http://www.cn24tv.it

http://www.cn24tv.it

I Carabinieri, quindi, dopo aver notato un coltello da cucina sul pavimento e, soprattutto, alcuni graffi sui tre, hanno cercato di instaurare attraverso la porta ancora chiusa un dialogo con la donna, qualificandosi nella speranza di tranquillizzarla e di riportarla alla ragione. Nel momento in cui l’esagitata sembrava essersi ormai calmata, i Carabinieri le hanno aperto la porta, ma lei, appena fuori dal bagno, oltre a minacciare di morte tutti i presenti si è immotivatamente scagliata proprio contro i militari, spingendoli e strattonandoli con veemenza.

A questo punto, con non poche difficoltà, i Carabinieri sono comunque riusciti a immobilizzarla e condurla in caserma a Manfredonia dove, espletate le formalità di rito, la donna è stata dichiarata in stato di arresto per resistenza a Pubblico Ufficiale.

Dumitru è stata accompagnata, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, presso il carcere di Foggia.

redazione stato quotidiano.it – riproduzione riservata



Vota questo articolo:
10

Commenti


  • Attilio

    Rispeditela in Romania.


  • Sorridi sei a Manfredonia: la città dei balocchi

    Cittadinanza onoraria nel Comune di Manfredonia.


  • Eva

    Evviva questa eroina dell’Est! Lei s che si fa rispettare. Noi donne subiamo sempre senza batter ciglio i sorprusi, le angherie, umiliazioni a volte i vizi perversi di maschi. Sgobbiamo dalla mattina alla sera e veniamo spesso maltrattate e se decidiamo di lasciare un -di compagno, ci massacrano.


  • Gabriele

    Eva probabilmente sei anche tu rumena o di qualche altro nazione perche nou italiani le donne nn le tocchiamo anzi le riempiamo d’oro …tornatevene a casa vostra e chiudetevi la bocca


  • Vino

    Via dalla. Italia
    Tornate nel cessò dove stavate


  • Ercule

    Bravo Gabriele la penso come te. Riguardo ad Eva l’articolo spiega che erano tutti e tre con graffi, quindi spiegami se ci sono stati maltrattamenti cosa diavolo centrano i bambini. Se non sei italiana vedi di tornartene al paese tuo. Noi le donne non le maltrattiamo e quantomeno i bambini. Si ubriacasse in carcere ora.


  • Il portaborse sipontino

    E’ vero qui nessuno maltratta le donne!! Chissà perchè ci sono tantissimi casi di violenza domestica che le mura di casa celano bene!!! Vergognatevi a scrivere queste stupidaggini!!! Ma dove vivete?


  • patrono

    egregio stato quotidiano,vorrei capire una cosa ,perche se il fatto e successo a mattinata ,poi tralaltro e anche rumena che cosa mettete a fare discriminazioni del nostro paese che chi legge non presta attenzione al contenuto ma in primis al titolo .e cosi infangando sempre il nome del nostro paese.scrivete cosi anceh per noi persone poco colte ma interessate al vostro gionale: mattinata donna rumena arrestata.(comp.carabbinieri di manfredonia) e fatelo perche io come tutti ci sentiamo un po offesi ,perche tutti i lettori dei paesi limitrofi quando aprono stato la prima cosa che dicono mamma mia che gentaglia che ci sta a manfredonia,senza discriminare mattinata ok?


  • patrono

    scuasate per la grammatica ma il pc non va tanto bene si mangia le lettere.il titolo e molto importante anche se voi mi scrivete sotto che poi e successo a mattinata.


  • Redazione

    Interveniamo subito sig. patrono, grazie; naturalmente l’operazione è dei carabinieri di Manfredonia, grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi