CronacaFoggia

Foggia, case d’appuntamento gestite da cinesi, 5 arresti, 2 italiani

Di:

prostituzione_cinese

prostituzione; 3 case d'appuntamento gestite da cinesi scoperte a Foggia (immagine d'archivio)

Foggia – COMPLESSIVI 5 arresti, della Mobile di Foggia, ai danni di altrettanti soggetti accusati di sfruttamento della prostituzione. Per l’accusa, tre cinesi e due italiani gestivano tre case di appuntamenti a Foggia dove si prostituivano ragazze giovanissime di origini cinesi. Le ordinanze di custodia cautelare sono state emesse dal gip del tribunale di Foggia Elena Carusillo che ha accolto le richieste del sostituto procuratore Vincenzo Maria Bafundi. A gestire le case di appuntamenti due donne cinesi, Yan Wang di 43 anni e Chunju Li di 49 anni. Erano anche loro che organizzavano il flusso migratorio delle ragazze cinesi facendo giungere in provincia di Foggia quelle maggiormente richieste dai clienti a seconda dell’età e dai tratti somatici. Le case di appuntamenti, frequentate anche da professionisti della città, si trovavano in via Trani, via Tenente Iorio e via Eritreia. L’operazione è stata chiamata “grande sorella” dal nome con il quale venivano chiamate le donne che gestivano le abitazioni.

Gli italiani arrestati sono Raffaele Nolfo e Vincenzo Marra. A gestire le attività amministrative un altro cinese, Liquan Peng arrestato in flagranza di reato.


Redazione Stato@riproduzione riservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi