Foggia
A cura di Salvatore Fratello

Foggia fuori dalla Coppa, l’Hellas vince 2-1

Reti al 20’ Letizia (F), 40’ Luppi (H), 78’ Ganz (H)

Di:

Foggia. Il Foggia lascia la Coppa Italia a testa altissima. Al “Bentegodi” di Verona, i rossoneri cedono per 2-1 ai padroni di casa dell’Hellas: vantaggio iniziale degli ospiti con Letizia, sono poi Luppi e Ganz a permettere agli scaligeri una rimonta che vuol dire passaggio del turno.

La cronaca

Entrambi gli allenatori scelgono il 4-3-3, con Pecchia che schiera Luppi e Siligardi a sostegno di Pazzini nel tridente, mentre De Zerbi lascia fuori Viola, sorprendendo tutti con un trio offensivo composto da Sarno, Chiricò e Letizia. Primo tempo con le squadre che partono subito a spron battuto: dopo qualche istante di gara è Pazzini a cogliere un clamoroso palo interno, sfiorando il vantaggio immediato. Si arriva al 9’, il Foggia avanza su contropiede gestito da Chiricò, che crossa basso e trova la deviazione di Romulo, il quale insacca la propria rete; il signor Aureliano di Bologna ravvisa però una posizione di offside passivo da parte di Sarno, prendendo la decisione di annullare la rete tra le ovvie proteste dei calciatori rossoneri. Al 13’ si vede l’Hellas, con Luppi che spara altissimo da posizione ravvicinata, sprecando una buona opportunità. Minuto 20, i Satanelli si portano in vantaggio: buona manovra offensiva, Sarnoserve perfettamente Letizia, che si incunea al centro della difesa e trafigge Nicolas dall’interno dell’area. I padroni di casa non sembrano avere le forze per reagire immediatamente, ma al 31’ sfiorano il pari con Luppi, la cui conclusione dall’interno dell’area è respinta da Guarna in corner. Al 40’ c’è l’1-1: corner dalla sinistra per gli scaligeri, Pazzini prolunga il traversone e pesca Luppi, che da due passi può insaccare alle spalle di un incolpevole Guarna.

Nella ripresa la gara è molto vivace, al 53’ ci prova Grieco, che dalla sinistra spara a lato; trascorrono sette giri di lancette, il Verona ci prova ancora da distanza ravvicinata, Martinelli salva tutto respingendo in scivolata. Al 64’ sono gli ospiti a rendersi pericolosissimi, Agnelli riceve tutto solo davanti a Nicolas, ma non si sente di calciare e serve Sarno, che viene murato dal portiere in uscita; poco più tardi, Angelo crossa e mette in difficoltà l’estremo difensore gialloblu, che salva con qualche difficoltà. L’Hellas va vicinissima al vantaggio al 73’, ma sulla conclusione di Romulo, deviata da un difensore, Guarna è miracoloso e devia in corner. I Satanelli soffrono la pressione dei veronesi, che al 78’ mettono il naso avanti: traversone di Romulo dalla destra, Angelo scivola e Ganz può insaccare di testa, battendo Guarna. Entrano Arcidiacono e Viola, nel finale i dauni ci provano con la trazione anteriore, andando vicini alla marcatura all’88’, allorquando Angelo effettua un tiro-cross potente che Nicolas mette in angolo. Nel finale non succede più nulla, al 94’ arriva il triplice fischio, che significa eliminazione per un Foggia molto positivo, che va a prendersi i meritati applausi sotto il settore occupato dai propri tifosi.

TABELLINO
HELLAS VERONA: (4-3-3) Nicolas; Romulo, Bianchetti, Helander, Pisano; Fossati (dal 71’ Zuculini), Viviani, Greco; Luppi (dal 90’ Fares), Siligardi (dal 62’ Ganz), Pazzini. A disp.: Coppola, Badan, Checchin, Torregrossa, Zaccagni, Gomez, Cappelluzzo, Valoti, Riccardi. All.: Pecchia.
FOGGIA: (4-3-3) Guarna; Angelo, Martinelli, Empereur, Tito; Agazzi (dall’81’ Arcidiacono), Agnelli, Riverola (dal 60’ Gerbo); Chiricò, Letizia (dal 67’ Viola), Sarno. A disp.: Tarolli, Loiacono, Sicurella, Quinto, Lodesani, Padovan, Coletti. All.: De Zerbi.
Arbitro: sig. Aureliano di Bologna.
MARCATORI: 20’ Letizia (F), 40’ Luppi (H), 78’ Ganz (H).
AMMONITI: Pisano, Luppi (H); Tito (F).- ANGOLI: 6-2 per il Verona. – RECUPERI: 1’ p.t.; 4’ s.t..

(A cura di Salvatore Fratello, Redazione Stato Quotidiano.it)



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • MIRAGAS MANFREDONIA LO STADIO DEI TRADITORI!

    UN SINCERO AUGURIO:
    FOGGIA IN B – MANFREDONIA AFFONDATA!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati