BATStato news
"Ad essere colpiti sono ulivi, mandorli e numerosi altri alberi da frutta"

Maltempo, “Chicchi di grandine del diametro di 6 centimetri nel barese”

“Il riconoscimento dello stato calamità è condizione necessaria – ricorda Lacarra – per risarcire le eventuali perdite"

Di:

Bari. “Il temporale di quest’oggi, con chicchi di grandine del diametro anche di 6 centimetri, rischia di mettere in ginocchio l’economia delle zone di Toritto, Casamassima e dei centri limitrofi, dove i terreni risultano allagati e le piante danneggiate. A essere colpiti sono ulivi, mandorli e numerosi altri alberi da frutto. Chiedo l’intervento della Regione Puglia per avviare le procedure per il riconoscimento dello stato di calamità”. Lo ha detto Marco Lacarra, consigliere regionale e segretario del Partito Democratico in Puglia, oggi dopo l’ondata di maltempo che si è abbattuto su tutta la regione. La caduta della grandine nell’hinterland barese mette a rischio intere produzioni agricole, con ripercussioni inevitabili per i coltivatori.

“Il riconoscimento dello stato calamità è condizione necessaria – ricorda Lacarra – per risarcire le eventuali perdite, legate al mancato raccolto. Per la ‘industria a cielo aperto’ che è l’agricoltura, le condizioni meteorologiche rappresentano un fattore di rischio inevitabile. Supportare questo settore, che rimane fondamentale nella economia della nostra regionale, è pertanto – conclude Lacarra – doveroso”.

Redazione Stato Quotidiano.it – Riproduzione riservataChicchi di grandine, Bari



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati