GarganoManfredonia

Alluvione Gargano. Bordo: “Subito lo stato di calamità”


Di:

Foggia – “I disastri provocati dall’alluvione che ha colpito il Gargano ed altre zone della Capitanata impongono il rapido riconoscimento dello stato di calamità e lo stanziamento di fondi straordinari per venire fuori il più presto possibile dall’emergenza”. Lo afferma l’on. Michele Bordo (PD), presidente della Commissione Politiche UE della Camera, esprimendo “solidarietà alle popolazioni e gratitudine a quanti si stanno adoperando per alleviarne le sofferenze e i di-sagi”.

“Nel medio termine – continua Bordo – è indispensabile che il Governo acceleri l’operatività di #italiasicura e la spesa dei 4 miliardi stanziati per interventi di mitigazione del dissesto idrogeologico.
Il Gargano, purtroppo, sconta un deficit di programmazione che va recuperato al più presto per consentire interventi sul territorio con i fondi del nuovo ciclo di spesa 2014-2020; ma per il resto del territorio foggiano serve un migliore ed efficiente coordinamento tra l’unità di missione costituita a Palazzo Chigi e gli uffici della Regione Puglia finalizzato alla realizzazione delle opere già programmate e finanziate.
Circa l’80% degli interventi previsti dagli Accordi di programma Stato-Regioni del 2009-2010 sono bloccati dalla burocrazia e tra questi ce ne sono decine che ri-guardano la provincia di Foggia, l’area pugliese dove maggiore è il rischio che il territorio ceda a causa di fenomeni naturali o per l’incuria dell’uomo. Contatterò il responsabile dell’unità di missione – conclude Michele Bordo – per comprendere come la struttura di Palazzo Chigi intenderà muoversi al fine di fronteggiare gli effetti di questa drammatica emergenza”.

(ph: Notizie in Lamis)

Redazione Stato

Alluvione Gargano. Bordo: “Subito lo stato di calamità” ultima modifica: 2014-09-06T12:33:00+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • peppino maraschino

    brava,,,,,,a cose fatte,,,,tutti bravi ONOREVOLI


  • Pino Delle Noci

    Piuttosto che attendere i disastri per chiedere e spendere denaro pubblico, sarebbe opportuno varare una legge che faccia pagare a politici e dirigenti che autorizzano le cementificazioni e il depredamento del territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This