CulturaStato news

Premiata Ditta Sorelle Ficcadenti – A.Vitali, 2014


Di:

Bologna/Manfredonia – “PREMIATA Ditta Sorelle Ficcadenti” è il penultimo romanzo del prolifico scrittore di Bellano, località sul lago di Como dove sono ambientate tutte le sue storie. Anche in questa occasione Andrea Vitali ci porta all’interno di un consorzio ricco di personaggi interessanti che si muovono tra furbizie e segreti, invidie e pettegolezzi.

PREMIATA DITTA SORELLE FICCADENTI. Bellano, 1915. Le sorelle Giovenca e Zemia Ficcadenti inaugurano una merceria scatenando, nella piccola comunità del paese, un putiferio di chiacchiere e sospetti: perché la loro ditta può dirsi “premiata”? Da chi? E quali traffici nascondono i viaggi che la Giovenca compie ogni giovedì? A indagare sulle sorelle si ritroverà il prevosto, sollecitato dalla Stampina, madre del trentaduenne Geremia perdutamente innamorato della bellissima Giovenca.

ANALISI. Gli ingredienti dei romanzi di Andrea Vitali ci sono tutti, a cominciare dalla location abituale dei suoi racconti: Bellano. Ambientazione storica d’inizio novecento, ampia e variegata galleria di personaggi, dettagliatamente caratterizzati, che danno vita a una commedia umana a tratti irresistibile. Facilità di scrittura e micidiale ironia, per mostrare una faccia sempre diversa della verità, svelando piccoli e grandi segreti attraverso i quali i protagonisti vengono raccontati. Qualche lettore potrebbe lamentare una certa ripetitività, quasi inevitabile quando ci si limita ambientando tutti i romanzi nella stessa località, tuttavia va riconosciuto a Andrea Vitali il merito di saper maneggiare egregiamente il materiale narrativo e plasmarlo sempre in forme nuove e convincenti. Operazione riuscita anche per questo romanzo, nel quale si perde forse qualcosa nel finale. Da sottolineare anche l’utilizzo di frasi dialettali che aggiungono ulteriore colore a un quadro già vivace e intrigante.

L’AUTORE. Andrea Vitali è nato nel 1956 a Bellano, sulla sponda orientale del lago di Como, dove vive e svolge la professione medica. Ha pubblicato numerosi romanzi, tra i quali ricordiamo La figlia del podestà (2005, premio Bancarella), Almeno il cappello (2009, finalista premio Strega e premio Campiello) e i più recenti Un bel sogno d’amore (2013), Di Ilda ce n’è una sola (2013), Quattro sberle benedette (2014). I suoi libri sono tradotti in 11 lingue.

Il giudizio di Carmine
Andrea Vitali
PREMIATA DITTA SORELLE FICCADENTI
2014, Rcs Libri
Valutazione: 3½/5

ph: http://www.coopstyle.com

(A cura di Carmine Totaro – Redazione Stato@riproduzioneriservata)

Premiata Ditta Sorelle Ficcadenti – A.Vitali, 2014 ultima modifica: 2014-09-06T19:55:09+00:00 da Carmine Totaro



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This