Manfredonia
Intervista con Giovanni Simone e Matteo Starace (Centro Cultura del Mare)

Manfredonia, un passo avanti per l’apertura del Museo del Mare (VIDEO)

Di:

Manfredonia. STAMANI, 06 settembre 2016, è stata data esecuzione ad una recente delibera della Giunta comunale con la quale si era espresso atto di indirizzo ”affinché vengano posti in essere tutti i provvedimenti amministrativi necessari diretti all’istituzione a Manfredonia del “Museo del mare” da ubicare presso i locali a piano terra (lato est) dell’edificio scolastico sito a Manfredonia in viale Miramare (ex Istituto nautico – Liceo classico A. Moro) con accesso indipendente non interferente con l’Istituto statale di istruzione secondaria superiore “A. Moro””.

E’ stato inoltre ”messo a disposizione dell’Associazione “Centro cultura del mare” i locali di che trattasi, nello stato di fatto, per permettere le necessarie operazioni di inventario dei reperti da collocare nell’istituendo Museo del Mare”. La Giunta ha inoltre precisato che “le operazioni di inventario dei beni, propedeutiche alla donazione in favore dell’Ente, saranno da effettuarsi a cura dei soci dell’Associazione “Centro cultura del mare” i quali hanno assicurato la propria disponibilità a titolo gratuito”.

I particolari dell’atto sono stati resi noti a Stato Quotidiano da Giovanni Simone e Matteo Starace, rispettivamente presidente e vice presidente dell’Associazione “Centro Cultura del Mare” di Manfredonia.

Le prossime fasi, propedeutiche all’apertura del Museo del Mare, prevedono la catalogazione e la schedulazione dei reperti e la formazione di un comitato scientifico per l’analisi delle attività. Il Centro Cultura del Mare dovrebbe gestire per 9 anni il Museo, dopo aver donato al Comune i reperti presenti nei locali.

ALLEGATO
DGC2016_156

(ph: SQ - CC - Museo del Mare)

(ph: SQ – CC – Museo del Mare)

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA

Statace e Simone

FOTOGALLERY



Vota questo articolo:
6

Commenti


  • IL GIULLARE SIPONTINO!!!!!!!!

    BRAVI!!!!!!!!!!!!!!


  • So lo

    Fuss ka fuss la volta buona !!!!!


  • Pescatore che sogna!!!

    Che ci sia finalmente un museo del mare a Manfredonia è una grande conquista. Non vorrei che rimanga tutto in cartolina o foto da conservare ai posteri. Manfredonia si identifica come un paese marinaresco e ancora oggi la pesca con il suo indotto è il settore trainante,nonostante le sue problematiche. Vorrei sottolineare ai nostri politici di valorizzare il settore della pesca, che fatica a decollare, anche se è un compito arduo.


  • Francesco

    A mio modesto parere, nell’organizzare il museo bisognerà sottolineare nelle immagini e nel percorso culturale quanto segue:
    * la specie marina del nostro golfo più importante è la SEPPIA. La spartizione del mare, ancora in uso, ne evidenzia il riflesso economico. Il nome di “scarpetta” alle seppioline ci ricorda che quella pesca consentiva ai nostri pescatori di comprare le scarpette ai bambini;
    * al secondo posto si trovano i “sbarrun” da non confondere con le tante chiacchiere che circolano a Manfredonia e si ingiganteranno sempre di più in questo mese;
    * i delfini, non vivono nel golfo, ma preferiscono mari più limpidi e profondi del nostro. Il povero delfino Filippo è l’eccezione che conferma la regola;
    * promuovere la didattica del mare che il vecchio istituto nautico non riesce a valorizzare. Manfredonia infatti non ha una vera cultura del mare, dei metodi di navigazione e dello sfruttamento consapevole delle sue risorse;
    * convincere i pescatori che la pesca a strascico non ha futuro.
    Mi fermo qui e scusate le chiacchiere.


  • Manfresolariumgas

    Ke ne frega ai pescatori del nostro mare?


  • Pescatore

    Verissimo fatelo nel mercato ittico così non occupate altri locali visto che il mercato ittico è già un museo.Vergogna .Sindaco sveglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati