CapitanataCerignola
Staff comunicazione centrosinistra

Rendine “Vision ambientale: Lionetti inadeguato”

"Al contempo si individui un gruppo di esperti che possa essere d’ausilio all’Amministrazione nella gestione della crisi"

Di:

Cerignola. Mario Rendine, “Urge una nuova vision ambientale a Cerignola. Lionetti inadeguato”. Il consigliere comunale della Città di Cerignola, Capogruppo “Sgarro Sindaco”, ritiene come “sia necessario approntare urgenti misure per tentare di risolvere quella che molti considerano la peggiore crisi ambientale degli ultimi decenni di storia della nostra città”.

E’ evidente a tutti come la situazione sia assolutamente grave e sia degenerata negli ultimi giorni. I contenitori dell’IMMONDIZIA sono tutti stracolmi ed i sacchetti vengono ormai lasciati per strada con gravi conseguenze di natura igienico – sanitaria. Il tanfo da questi emesso è irrespirabile.

I pericoli per la salute dei cittadini sono altissimi, specie per i più piccoli e a maggior ragione in un periodo dell’anno in cui le temperature sono ancora calde. Numerose sono le segnalazioni di RATTI visti a rovistare tra la spazzatura che si aggiungono alle blatte che invadono la città e soprattutto i quartieri più periferici. Bruttissimo è lo spettacolo offerto ai tanti visitatori che si recheranno in città per omaggiare la Protettrice durante i giorni della Sua festa, agli atleti del campionato regionale podistico tenutosi domenica ed agli importanti rappresentati delle istituzioni nazionali che hanno visitato la città durante la Festa dell’Unità.

Ciò mentre l’amministrazione, con politiche incomprensibili ed assurde, sta conducendo verso il fallimento la SIA (società locale di raccolta e smaltimento rifiuti) e mentre la RACCOLTA DIFFERENZIATA ha percentuali da paese del terzo mondo e addirittura in regresso rispetto agli anni passati. Ma la situazione, purtroppo, è ancora peggiore !

In diverse occasioni Cerignola è stata persino avvolta da una COLTRE DI FUMO che ha causato a molti difficoltà respiratorie ed irritazioni varie, senza che nessuno sappia da dove provenga ed abbia la benché minima idea di come risolvere il problema. Ancora, l’IMPIANTO DI INCENERIMENTO sito in contrada Paglia continua a bruciare pur tra mille perplessità e l’inattività di chi dovrebbe e potrebbe fare qualcosa. E non da ultimo il fenomeno dei presunti SCARICHI ILLEGALI effettuati da alcune aziende della zona industriale che sarebbero stati concausa del fenomeno della PUZZA
NAUSEABONDA che per molto tempo ha invaso la città.

Abbiamo chiesto mesi fa alla Polizia Municipale di verificare, senza, tuttavia, ricevere alcuna risposta. Per tutte queste motivazioni, la misura è colma!!! Ricordo ancora molto bene l’esito del Consiglio Comunale indetto sulla questione ambientale. Il tema era fondamentale!!! Peccato che in aula su 22 tra assessori e consiglieri di maggioranza, ne erano presenti 3 o 4.
Condivido l’invito affinché tutti i cittadini, nel loro piccolo contribuiscano a non inquinare e ritengo debba investirsi, seriamente, per sviluppare, nel lungo tempo, una diversa cultura ambientale.

Ma, nel frattempo, nel breve tempo serve qualcosa in più!!! Servono persone serie, competenti ed esperte che sappiano come e dove agire. Per questi motivi chiedo al Sindaco di Cerignola di revocare il mandato all’Assessore all’Ambiente, Antonio Lionetti, o a questi di presentare immediatamente le proprie dimissioni prendendo atto della propria inadeguatezza a rivestire questo delicato ruolo.

LA PEGGIORE EMERGENZA AMBIENTALE DI CERIGNOLA NON PUÒ ESSERE RISOLTA DA CHI HA CONTRIBUITO A CREARLA E DA CHI È PALESEMENTE INCAPACE A RISOLVERLA. Venga nominato un nuovo Assessore con esperienza professionale e lavorativa in tale settore, che si sia sempre occupato professionalmente di ambiente e che abbia notevole esperienza in gestione di emergenze ambientali.

Al contempo si individui un gruppo di esperti che possa essere d’ausilio all’Amministrazione nella gestione della crisi.”



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati