ManfredoniaMonte S. Angelo
L’evento è stato organizzato da Studio Uno e dall’Associazione Culturale Museca in collaborazione con la Comunità Monastica di Pulsano

Successo per il Raduno dei Suonatori di Tarantella

Migliaia le presenze anche quest’anno, con un pubblico soprattutto giovanile

Di:

Monte Sant’Angelo. È stata la scommessa vinta, l’ennesima, quella della VI edizione de il Raduno dei Suonatori di Tarantella, tenutosi domenica 7 agosto nell’incantevole cornice dell’Abbazia di Santa Maria di Pulsano a Monte Sant’Angelo. Il progetto artistico capeggiato dal leader storico dei “Tarantula Garganica” Peppe Totaro, va in archivio con un nuovo importante bagaglio di consensi e soprattutto di idee interessanti perché questo evento diventi un momento puro ed esaltante per la cultura popolare del Gargano.

Basta dare un’occhiata alle condivisioni e alle immagini dell’evento per capire che il Raduno non è un momento qualsiasi, non è solo il mettere insieme gruppi e appassionati e farli danzare e suonare. È il confronto delle culture, delle passioni, delle generazioni, del vivere la musica popolare con il piglio di chi ne vuole attingere saperi per formarsi.

Si spiegano cosi i tanti momenti collaterali che hanno accompagnato la giornata, dalle visite guidate presso l’abbazia di Pulsano e agli Eremi, allo stage di chitarra battente, al convegno sulla serenata nel Gargano, agli stage e Workshop, insomma a un modo diverso di fare cultura e promozione attorno alla tarantella, sintesi delle passioni umane ma anche emblema di un territorio vasto che ha nel Gargano uno dei suoi scrigni più importanti. “Ci siamo riusciti anche quest’anno – commenta l’ideatore e coordinatore del raduno Peppe Totaro – grazie alla collaborazione della Comunità Monastica di Pulsano e ai tantissimi partners. Nonostante il cattivo tempo della mattina, abbiamo comunque svolto tutte le attività come da programma. Ci sono stati momenti estremamente emozionanti, abbiamo avuto l’onore di avere durante la suonata di saluto il cantore più longevo d’Italia, il Maestro Antonio Piccininno, 100 anni e 5 mesi, circondato da 300 suonatori e danzatori provenienti da tutto il territorio garganico e non solo”.

L’evento è stato organizzato da Studio Uno e dall’Associazione Culturale Museca in collaborazione con la Comunità Monastica di Pulsano
e i partners: Gal Gargano, Parco Nazionale del Gargano, Comune di Monte Sant’Angelo, Puglia Sounds, Combo Studios, Mottola Solutions, Elda Cantine, Ferrovie del Gargano, HermeStudio, Casa Prencipe, Dove andiamo sul Gargano, Petrol Garganica, B & B Archangelus, Cantine Teanum San Giovanni Rotondo, il Giornale di Monte e redazione News Gargano. Un movimento sempre più forte e di riferimento per i suonatori e danzatori del Gargano. Un percorso che già prepara la prossima edizione.

“Forse perché attorno alla tarantella -aggiunge Totaro- si avverte il bisogno di fare cultura, di confrontarsi sulle sue origini e sul suo futuro, di capire come preservare quelle tradizioni che i nostri anziani ci hanno tramandato. Un impegno che, a dire il vero, stiamo perseguendo anche con i Tarantula Garganica stando attenti a non lasciarci sorprendere da modi di fare che non ci appartengono come cultura e metodo di lavorare”.

Migliaia le presenze anche quest’anno, con un pubblico soprattutto giovanile, con tantissimi arrivi anche da fuori regione. Quanto basta per trasformare l’incantevole scenario dell’Abbazia di Pulsano in un grande momento di valorizzazione e promozione del luogo e soprattutto della Tarantella del Gargano.

Le foto dell’evento: https://www.facebook.com/Il-Raduno-Dei-Suonatori-Di-Tarantella-347194025411339/photos/?tab=album&album_id=849589738505096



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati