GarganoManfredonia
"Ho sbagliato ad esprimermi? Oppure altri non hanno le palle per dire quello che pensano?"

Frase su stupri Rimini, Siorini “Messo alla porta senza un giusto processo..”

Lettera ai vertici di "Noi con Salvini"

Di:

San Giovanni Rotondo. ”Qualche giorno fa ho espresso, forse con troppa fretta e senza opportune riflessioni, un pensiero sulla Boldrini e sulle donne del PD augurando loro di vivere simili esperienze capitate alla donna stuprata a Rimini da un branco di extracomunitari. Un pensiero che, ne sono convinto, attraversa la mente di molti italiani stanchi di vedere questo schifo. Ma evidentemente il potere del Pd è tale da favorire la gogna mediatica nei miei confronti (umile coordinatore di San Giovanni Rotondo), per aver espresso liberamente il mio pensiero. Chiedo scusa se ho esagerato, ma sono anche convinto che se quella donna violentata fosse una vostra sorella o figlia, altro che pensieri nei confronti della Boldrini. Quindi, mi domando: “Ho sbagliato ad esprimermi? Oppure altri non hanno le palle per dire quello che pensano?””. Così il già coordinatore cittadino di NcS a San Giovanni Rotondo, Saverio Siorini, in una lettera inviata a Matteo Salvini, Presidente Noi con Salvini, e p.c. al sen. Raffaele Volpi, Vice Presidente Noi con Salvini, e all’on. Angelo Attaguile, Segretario Noi con Salvini.

”Certamente la frase è forte! Basterebbe sostituire un “punto esclamativo” con un “punto interrogativo” e l’intera frase assumerebbe diversi significati. Sono stato subito messo alla
porta, a mezzo stampa, dal coordinatore regionale Rossano Sasso, senza un “giusto processo”.

Non ha importanza se i coordinatori provinciali si auto proclamano “candidati in pectore” alle prossime politiche, tanto da contrapporsi, nelle tematiche di future alleanze, alle linee guida dei vertici nazionali del movimento (come avvenuto con Taurino di Brindisi). Non ha importanza se un coordinatore provinciale diffonde notizie bufala sul proprio profilo facebook per un falso caso di stupro, che in seguito diventano anche motivo di interrogazione parlamentare (caso Taurino a Brindisi). Quello che appare importante, è la politica fatta con i “selfie” da
pubblicare poi su facebook. Appare chiaro il disegno, fortuito oppure volontario, di “espellere” tutte quelle anime che all’interno del partito, hanno dimostrato di avere “una marcia in più” di chi coordina a livello regionale, quasi a voler spazzare via possibili oscuramenti della sua figura. In quest’ottica avrebbe un senso l’eclissarsi di figure di un certo spessore, che
hanno preferito prendere le distanze da questi “personaggi”. Ecco spiegato perché il movimento, in Puglia, non registra crescite.

Vorrei sapere perchè sia stato consentito ad alcuni di rappresentare il movimento, pur conoscendone i limiti. Forse l’unico scopo è stato poter affermare “stiamo crescendo”, con
tanto di “selfie” a suggellarne la veridicità. Non mi piace la velocità con cui si nominano e si rimuovono i quadri del movimento. Se ho sbagliato vi chiedo scusa. Altrimenti assumete una posizione chiara e decisa, affinché, chi crede che possa esistere ancora un Paese Italia, non perda in Salvini l’unico riferimento per continuare a sperare in un futuro migliore”, conclude Siorini.

Frase su stupri Rimini, Siorini “Messo alla porta senza un giusto processo..” ultima modifica: 2017-09-06T14:55:35+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
4

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi