"Gravissimi i fatti anche in danno di un minore"

Mattinata, “Vicino perseguita famiglia, misura cautelare per 60enne”

Il legale della famiglia, l’avv. Pierpaolo Fischetti: ''Un dato significativo di questa vicenda è la non sottovalutazione del caso da parte degli inquirenti e soprattutto dei carabinieri ai quali va davvero detto grazie se i miei assisti possono finalmente liberarsi da questo incubo"

Di:

L'avvocato Pierpaolo Fischetti, del foro di Foggia

L’avvocato Pierpaolo Fischetti, del foro di Foggia

Mattinata, 06.09.2017. Una vicenda per molte sfaccettature quasi surreale se ciò non fosse davvero evidente e più di tutti lo avrebbe sperato fortemente una intera famiglia mattinatese la quale purtroppo da diverso tempo era preda inerme di un uomo di quasi 60 anni di Monte Sant’Angelo. Ormai distrutti, per le vittime l’ultimo tentativo è stato di rivolgersi ai carabinieri e i militari dell’arma di Mattinata non hanno per nulla sottovalutato tale allarme ed anzi prontamente avviavano numerose ed approfondite indagini che hanno consentito di pervenire ad una emissione di misura cautelare in danno dello stalker.

Gravissimi i fatti anche in danno di un minore.

E’ emerso, tra i tanti episodi elencati, che nello scorso mese di giugno il povero Fabiano (nome di fantasia, n.d.r.) mentre era intento a visionare un motorino di un suo amico, veniva raggiunto alle spalle dall’indagato che dapprima gli stringeva i testicoli con forza e poi lo scaraventava contro un muro prendendolo per il collo, tanto da far intervenire i sanitari del pronto soccorso.
Non solo, in altre circostanze sulle gambe del minore lo stesso persecutore sbatteva lo sportello della sua autovettura, così come lo stesso di proposito azionava il sistema di allarme della casa famigliare per scatenare reazioni inconsulte.

Vari appostamenti anche dietro il vetro della stanza della sorella del minore e nei confronti di tutti gli appartenenti del nucleo familiare in questione: sin anche alla fermata dei pullman.
La reiterazione di tali atteggiamenti molesti e persecutori ha determinato in tutta la famiglia un increscente stato di ansia e di timore per la loro incolumità, costringendo tutti i membri a mutare le propria serena esistenza.

Il legale della famiglia, l’avv. Pierpaolo Fischetti: ”Un dato significativo di questa vicenda è la non sottovalutazione del caso da parte degli inquirenti e soprattutto dei carabinieri ai quali va davvero detto grazie se i miei assisti possono finalmente liberarsi da questo incubo. Il loro lavoro è stato proficuo tanto che il Tribunale delle Libertà di Bari ha respinto il ricorso presentato in merito dall’indagato ritenendo fondate le ipotesi del quadro accusatorio per certi versi confermato anche dalla stessa moglie dello stalker. Inoltre nel caso di specie è stata applicata una recente decisione della Corte di Cassazione imponendo all’interessato la prescrizione di non avvicinarsi alle persone offese e di allontanarsi da essi in tutte le occasioni di incontro prescindendo dalla specificazione dei luoghi in cui gli incontri possano verificarsi”.

(A cura di Avv. Pierpaolo Fischetti, Mattinata 06.09.2017)

Mattinata, “Vicino perseguita famiglia, misura cautelare per 60enne” ultima modifica: 2017-09-06T20:14:39+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • incredibile

    Favoloso…

    Una domanda: come si fa a reperire informazioni dal Tribunale della Libertà
    se non si è indagati? anche io sono persona offesa in un proc. ma non mi dicono nulla.
    Mah!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi