Lavoro

Foggia, il 9 ottobre l’Anmil ricorda vittime incidenti sul lavoro


Di:

Incidenti sul lavoro, gennaio-luglio 2011: 19 in Puglia (archivio, Red.)

Foggia – Per ricordare le vittime degli infortuni sul lavoro il prossimo 9 ottobre, l’Anmil celebra in tutta Italia la 61ª Giornata Nazionale per le Vittime degli Incidenti sul Lavoro che nel 1998, su richiesta di questa Associazione, è stata istituzionalizzata con Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri nella seconda domenica di ottobre.

Sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con i Patrocini del Senato della Repubblica, della Camera dei deputati, del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e del Segretariato Sociale RAI con la Campagna di sensibilizzazione, la Giornata viene commemorata dall’ANMIL che, da quasi 70 anni, si occupa della tutela delle vittime del lavoro e raccoglie oltre 450.000 iscritti. La celebrazione promossa dalla Sezione provinciale ANMIL quest’anno si svolgerà a Foggia e prevede alle ore 10,00 la deposizione di corone d’alloro ai Caduti sul Lavoro presso il monumento sito in Piazza Libertà dove avverrà la commemorazione officiata da Don Tonino Intiso e successivamente alle ore 11,00 la cerimonia che si terrà presso la Scuola Media Statale L. Murialdo. Per l’ANMIL sarà presente il Presidente Provinciale Cav. Giuseppe Cedola che terrà il discorso introduttivo e l’intero Consiglio provinciale.

Ogni giorno in Italia muoiono 3 persone sul lavoro e si verificano in media oltre 2.000 incidenti; inoltre in un anno circa 30.000 vittime rimangono permanentemente invalide, per un totale di 775.374 infortuni accaduti nel 2010, con una lieve diminuzione degli infortuni tra il 2009 e il 2010 soprattutto per quanto riguarda quelli ‘in itinere’. Il tutto, peraltro, non tiene minimamente conto dello sconfortante numero di casi per malattie professionali: una realtà di cui si parla raramente, nonostante nel 2010 si sia verificato un incremento delle denunce del 22%, dalle 34.750 del 2009 alle 42.350 dell’anno successivo. Cifre che testimoniano la persistente gravità di un fenomeno che resta una delle principali problematiche del nostro paese, comportando una spesa complessiva di oltre 35 miliardi di euro l’anno. Quel che l’ANMIL chiede è dunque un’azione determinata a far applicare le norme antinfortunistiche e un maggior impegno in termini di formazione dei lavoratori; inoltre quel che pochissimi conoscono è il dramma del dopo infortunio e per tutte le vittime, familiari compresi, l’ANMIL reclama che si metta fine all’inadeguata tutela prevista per le vittime del lavoro nonostante l’INAIL nel solo 2010 abbia rendicontato un avanzo di 1,39 miliardi di euro.

Redazione Stato

Foggia, il 9 ottobre l’Anmil ricorda vittime incidenti sul lavoro ultima modifica: 2011-10-06T21:13:18+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This